alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda Giornata della Memoria: per non dimenticare la tragedia della Shoah Passerella ciclopedonale sul fiume Sabato, al via da ieri i lavori conclusivi. Parlano sindaco e delegato: «Un ponte che aiuta a riqualificare il centro urbano di Atripalda». Foto Coronavirus, sono 28 i positivi in Irpinia di oggi su 311 tamponi effettuati Sicurezza cittadina, a 3 settimane dalla bomba carta ad un esercizio commerciale nota di “Idea Atripalda” Furti nei garages di via San Giacomo e altre zone di Atripalda: al via il processo Coronavirus, 38 i positivi oggi su 577 tamponi effettuati in Irpinia Video sorveglianza non ancora attiva ad Atripalda, l’affondo dell’ex assessore Ulderico Pacia: “la giunta riveli i costi e perché sono spente” Vandali ancora in azione, danneggiati due alloggi popolari ad Atripalda Coronavirus, 3 casi positivi ad Atripalda nel bollettino ASL: 91 i contagiati in Irpinia

Scandone, ufficiale il ritorno di Marques Green: “Felice di essere tornato, Avellino la mia seconda casa”

Pubblicato in data: 4/12/2015 alle ore:11:25 • Categoria: Avellino Basket

Conferenza stampa Green dicembre 2015Marques Green torna in biancoverde. A comunicarlo è lo stesso club biancoverde attraverso una nota: “Green non ha bisogno di presentazioni, per lui si tratta di un gradito ritorno. L’atleta di Philadelphia ha iniziato la sua carriera in Italia indossando proprio la canotta biancoverde nel luglio 2007. E’ poi ritornato in Irpinia nel 2010 e nel corso della scorsa stagione alla corte di Vitucci”.
In una sala stampa gremita di giornalisti, Marques Green ha rilasciato le sue prime dichiarazioni in biancoverde. Ad introdurre il nuovo giocatore il ds Nicola Alberani: “Salutiamo formalmente Marques. Penso che sul suo acquisto si sia fatta un po’ troppa filosofia, per noi era la cosa giusta da fare. Green è il miglior giocatore presente sul mercato, chiedo solo che venga giudicato per quello che farà in campo. Se fossi stato a Roma, in questa stessa situazione, lo avrei firmato addirittura un giorno prima e sempre con grande entusiasmo. È un controsenso presentarlo, perché lo conoscete benissimo. Lui ha spalle grandi e forti, ci affidiamo a lui in un momento difficile, vista la situazione forse faremmo meglio ad andare a Lourdes invece che a Varese. Nonostante ciò lavoriamo duro, lo staff sta dando tutto. Ci aspettiamo che gli altri possano beneficiare del suo arrivo”.
E’ poi la volta di Marques Green: “Per me è stato facile tornare qui, perché conosco tutto della città, della società, dello staff, so cosa possono darmi e cosa chiedere a loro. Avellino è la mia seconda casa. Fisicamente mi sento benissimo, ho lavorato tanto a Philadelphia, mi sono allenato per tutta l’estate e per tutto l’autunno. E’ vero, le partite sono una cosa a parte, però sono fiducioso. Le mie prime impressioni sulla squadra? Ho giocato con o contro diversi dei miei compagni in passato. E’ troppo presto per avere un’idea precisa, ma le sensazioni sono molto buone. Il campionato è già iniziato ma, rispetto lo scorso anno l’atmosfera è diversa sia tra i giocatori che in campo. Questa volta sarà più facile cambiare marcia. Nella stagione scorsa ho tirato poco, chiedo scusa se ho dato un’impressione sbagliata, ma non ero rinunciatario. Speravo soltanto che mettendomi al servizio degli altri compagni sarei riuscito ad avere risultati migliori in sole sette partite. Per quanto riguarda Sacripanti – continua il folletto di Philadelphia – tutti i miei amici che hanno lavorato con il coach mi hanno parlato benissimo di lui. E’ un allenatore che dà fiducia ai giocatori, sono sicuro che faremo un ottimo lavoro insieme”. 

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *