alpadesa
  
Flash news:   Rogo all’Ics di Pianodardine, l’Arpac: “livelli di diossina sotto la soglia di pericolo già sabato” Stasera la facciata del plesso “De Amicis” di via Roma verrà illuminata di rosa L’ex assessore Mimmo Landi all’attacco: “solo autocelebrazioni dall’Amministrazione mentre il fallimento è sotto gli occhi di tutti” Idea Atripalda chiede al Comune di aderire a WiFi4EU per promuove il libero accesso alla connettività Wi-Fi Avellino calcio, info biglietti per le prossime gare dei lupi Green Volley, la Piscina Comunale di Mercogliano ospita la preparazione delle atlete atripaldesi Gestione Centro Informagiovani della Dogana, il Comune affida il servizio per il prossimo triennio alla Misericordia di Atripalda Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto Festeggiamenti San Sabino, il vescovo Aiello ai fedeli: “comunità messa a dura prova dall’incendio. Se venerdì scorso avessi preso l’auto per andarmene a mare non sarei stato un buon pastore ma un mercenario”. FOTO Inaugurato il nuovo parcheggio pubblico di via Scandone, il sindaco: “soddisfatti di aver portato a compimento questo intervento”. Foto

Martedì si presenta il libro “Atripalda nel 1755″

Pubblicato in data: 13/12/2015 alle ore:17:02 • Categoria: CulturaStampa Articolo

libro Atripalda nel 1775Nell’ambito del cartellone degli eventi natalizi “ Atripalda Christmas time” organizzato dall’Amministrazione comunale con la fattiva collaborazione delle associazioni locali, martedi 15 dicembre alle 18,30 presso la chiesa di San Nicola da Tolentino vi sarà la presentazione del libro “Atripalda nel 1755. Il borgo antico e la porta di Juso, con i nomi di tutti gli abitanti e i luoghi antichi” scritto da Arturo Bascetta, Marco Fiore e Genny Loffredo. Il libro parla del catasto onciario introdotto da Carlo III di Borbone nel regno di Napoli nel 1740 con l’obiettivo di riformare il sistema di tassazione della proprietà e dell’industria.  Con una nutrita elencazione in ordine alfabetico  del nome del capofamiglia, viene riportata una sintesi fedele di ogni singolo nucleo di Atripalda e dove è stato possibile,  la trascrizione dei beni di maggiore entità e dell’effettiva tassa da pagare. Prima dell’albero genealogico degli Atripaldesi nel 1755, è stata rispolverata la  storia nuda e cruda sulle istituzioni religiose ed in particolare gli autori hanno scritto sulla chiesa di S.Nicola e di S.Ippolisto. Alla presentazione hanno assicurato la loro partecipazione il coautore Arturo Bascetta e il professore Fausto Baldassare. A fare gli onori di casa il sindaco di Atripalda Paolo Spagnuolo.        

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *