alpadesa
  
domenica 26 gennaio 2020
Flash news:   Tributi, il Comune di Atripalda “citofona” agli evasori e morosi: approvati i ruoli per il recupero di Imu, Tasi e Tari Alvanite, lite tra vicini: assolti dall’accusa di lesioni aggravate alla testa con fornetto a microonde e percosse Alberto Alvino dona alla chiesa di Santa Lucia di Serino il quadro nel ricordo di don Antonio Pelosi Comprensivo di Atripalda, oggi e domani si vota per eleggere la componente genitori e il nuovo presidente del Consiglio d’Istituto Il Comune di Atripalda incassa tre finanziamenti per lavori di sistemazione idrogeologica del territorio Avellino, arriva il portiere Andrea Dini I volontari dell’Associazione Alvanite al fianco dei pazienti dell’Hospice di Solofra Arrestato Vincenzo Schiavone proprietario della Clinica Santa Rita Nuovo main sponsor per la squadra di ciclismo A.S. Civitas di Atripalda Lo chef Alfredo Iannaccone alla ricerca di nuovi sapori

La Sidigas chiude il 2015 con una vittoria

Pubblicato in data: 28/12/2015 alle ore:14:51 • Categoria: Avellino BasketStampa Articolo

RaglandCapo-Sidigas AvLa Sidigas ritrova il sorriso in terra siciliana. Contro la Betaland Capo d’Orlando i lupi vincono imponendosi con il punteggio di 55-73.

La Sidigas ritrova il sorriso in terra siciliana. Contro la Betaland Capo d’Orlando i lupi vincono imponendosi con il punteggio di 55-73. Nunnally top scorer con 22 punti a referto.

Apre le danze Bowers per Capo d’Orlando, gli risponde Nunnally da tre punti. Avellino viene punita da Bowers e Perl (8-3), Sacripanti chiama time out. Dopo la sospensione i lupi vanno a segno con Acker, ma Perl continua a trovare la via del canestro. Cervi e Nunnally riportano Avellino in scia, 10-9 mentre Ragland sigla i punti del 12-12. Perl allunga, mentre Stojanovic stoppa Buva lanciato a canestro. Laquintana sulla sirena segna il 16-12.

Si apre il secondo quarto e Stojanovic fa salire il vantaggio della Betaland a +6. Nunnally e Ragland conquistano cinque punti e portano Avellino a -1 (20-19). Si gioca sul filo dei possessi, poi Metreveli mette tre punti tra Capo d’Orlando e la Scandone a 5’ dal termine del quarto. La gara si infiamma: Ragland e Basile, 28-28. Buva riporta i lupi in vantaggio con due liberi. Laquintana colpisce di nuovo e si va negli spogliatoi sul 32-32.

Il duo Buva – Nunnally porta i biancoverdi a +6 (34-40). Capo d’Orlando non ci sta, e dopo il time out, ci pensano Oriakhi e Bowers a diminuire il distacco. Stojanovic da tre segna il pari, dopo l’uno su due dai liberi di Ragland: 41-41. Le due squadre attaccano in maniera confusa, ci pensa Veikalas dalla lunetta. Si va all’ultimo riposo sul 46-47 per Avellino.

Green segna sul filo dei 24’’, Oriakhi capitalizza il gioco da tre punti e si torna in parità 49-49. Bomba da tre, due su due ai liberi, tutto targato Nunnally. Lupi a +5 (49-54). Ragland colpisce dalla lunga distanza, break di 0-8. Cervi piazza altri quattro punti, 49-61. Capo d’Orlando va in affanno e Ragland piazza un’altra bomba, 0-15 di parziale per i lupi. Sono sette i minuti di digiuno per i siciliani interrotti da Laquintana. Avellino gestisce il vantaggio ma senza concedersi pause: finisce il match al PalaFantozzi 55-73.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *