alpadesa
  
Flash news:   A Parco delle Acacie domenica convegno per dire “No” alla violenza sulle donne “World Philosofy Day 2019“, gli studenti del liceo “De Caprariis” di Atripalda a confronto con il vescovo Aiello. Foto Davide Rondoni stasera e domani ad Atripalda omaggia Giacomo Leopardi per i 200 anni de “L’Infinito” La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, rimosse dai Vigili del Fuoco lamiere pericolanti dal tetto del campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie. Foto Natale 2019, aggiudicata la gara per le luminarie installate dal Comune ma i commercianti restano divisi. L’assessore Musto:«Uno sforzo non da poco per l’Amministrazione» Progetto “risanamento ambientale dei corpi iderici superficiali delle aree interne”, riunione all’Utc per gli interventi a contrada Fellitto e piazza Sparavigna Bando di vendita del Centro Servizi alle Pmi di Atripalda: lunedì la pubblicazione con prezzo a base d’asta di 2.715.000 euro. Gara il 20 dicembre Al via il cronoprogramma per l’accorpamento del mercato settimanale di Atripalda a parco delle Acacie: si assegnano le postazioni

Tragedia di Natale, questo pomeriggio i funerali del 35enne nella chiesa di Sant’Ippolisto

Pubblicato in data: 28/12/2015 alle ore:08:30 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Manifesto Luca PreziosiSi svolgeranno questo pomeriggio i funerali di Luca Preziosi, il 35enne di Atripalda morto per una crisi cardiorespiratoria nel giorno di Natale.
L’autopsia disposta dal sostituto procuratore, dottoressa  Paola Galdo della Procura della Repubblica di Avellino, per fare piena luce sulle cause del decesso, si è svolta ieri mattina presso l’obitorio dell’Ospedale Moscati di Avellino. Ad eseguire l’esame autoptico il medico legale Rizzoli che ora dovrà depositare una relazione al giudice sulle cause dell’improvvisa morte del giovane.
Gli investigatori sospettano che alla base del decesso ci possa essere un’overdose di farmaci e sostanze tossiche. Dopo l’autopsia la salma è stata restituita alla famiglia per le esequie. Il corteo partirà questo pomeriggio, alle ore 14.30, dalla Città Ospedaliera di Avellino e proseguirà verso la chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire dove, alle ore 15, sarà celebrato il rito funebre.
Tanti gli amici e le persone che si sono strette al dolore del papà Aniello, della mamma Ornella, del fratello Alessandro e della sorella Francesca. Ricordano Luca come un bravissimo e bel ragazzo che un destino crudele lo ha strappato per sempre all’affetto dei suoi cari.
Il giovane è spirato tra le braccia del padre e del fratello, nel giorno del pranzo di Natale, mentre i medici del 118 tentavano invano di rianimarlo per oltre un’ora e mezza.
La tragedia sì è consumata il 25 dicembre quando i militari della locale stazione, intorno alle ore 12 sono intervenuti unitamente al 118, presso l’abitazione in contrada Alvanite.
Il 35enne sarebbe stato colto nel sonno da un’improvvisa crisi respiratoria e poi morto nonostante i medici del 118 hanno tentato di rianimarlo.
Proprio per le modalità del decesso e la giovane età, gli investigatori hanno disposto che il corpo del giovane venisse trasferito presso l’obitorio della Città Ospedaliera, per l’esame autoptico. E ieri mattina si è svolta l’autopsia per poi riconsegnare ai familiari la salma per consentire così i funerali di questo pomeriggio. Solo con la relazione del medico legale si stabilirà l’esatta causa del decesso.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *