alpadesa
  
Flash news:   Amarezza di Gioso Tirone alla presentazione del libro sul decennale del “Torneo Calcistico Stracittadino di Atripalda”. Foto Amministrazione sotto attacco, il sindaco replica duramente: «L’ex assessore Landi non sa di cosa parla ma è arrivato il momento di replicare a queste continue provocazioni. Noi la giunta della concretezza. Parla di mancato incoraggiamento al libero pensiero ma poi querela le testate locali» Festeggiamenti San Sabino: stasera PFM in concerto in piazza Umberto, domani processione del Patrono Rogo all’Ics di Pianodardine, l’Arpac: “livelli di diossina sotto la soglia di pericolo già sabato” L’ex assessore Mimmo Landi all’attacco: “solo autocelebrazioni dall’Amministrazione mentre il fallimento è sotto gli occhi di tutti” Idea Atripalda chiede al Comune di aderire a WiFi4EU per promuove il libero accesso alla connettività Wi-Fi Avellino calcio, info biglietti per le prossime gare dei lupi Green Volley, la Piscina Comunale di Mercogliano ospita la preparazione delle atlete atripaldesi Gestione Centro Informagiovani della Dogana, il Comune affida il servizio per il prossimo triennio alla Misericordia di Atripalda Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto

Il volo di palloncini bianchi ed un lungo applauso nel giorno dell’addio a Luca Preziosi

Pubblicato in data: 29/12/2015 alle ore:08:00 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Funerali Luca PreziosiIl volo di palloncini bianchi ed un lungo applauso nel giorno dell’addio a Luca Preziosi, il 35enne di contrada Alvanite morto il giorno di Natale per una crisi cardiorespiratoria.
Soprattutto giovani, hanno preso parte ieri pomeriggio al mesto rito funebre. Un dolore composto ma straziante all’interno della chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire. Sguardi tristi ed attoniti, gli occhi gonfi di lacrime. In chiesa anche il sindaco Paolo Spagnuolo, il comandante della stazione dei Carabinieri Costantino Cucciniello, l’assessore Fabiola Scioscia e la delegata Gianna Parziale.
Le esequie hanno preso il via dalla sala mortuaria della Città Ospedaliera di Avellino e sono  proseguite verso la chiesa madre dove padre Cristian Sciaraffa ha celebrato il rito funebre.
«Solo Dio ci può salvare, se Dio è amore perché allora esiste la morte? – ha spiegato nell’omelia il giovane parroco -. Di fronte alla morte Dio ci separa un attimo ma poi ci rincontreremo tutti un giorno in un abbraccio più forte nella casa del Signore. La nostra vita non finisce quattro metri sotto la terra. Luca è morto in grazia del Signore perché 5 giorni prima era venuto da me a confessarsi. Oggi resa l’amore che abbiamo dato e ricevuto. In noi vinca la fede e la speranza».
in chiesa le persone si sono strette al dolore del papà Aniello, della mamma Ornella, del fratello Alessandro e della sorella Francesca con il cognato Simone Pangia.
Ad accompagnare la bara, sulla quale erano adagiati dei fiori bianchi ed una foto di Luca, gli amici che hanno voluto così salutare calorosamente, per l’ultima volta, lo sfortunato ragazzo.
La tragedia sì è consumata il giorno di Natale quando i Carabinieri della locale stazione sono intervenuti unitamente al 118, presso l’abitazione in contrada Alvanite.
Il 35enne sarebbe stato colto nel sonno da un’improvvisa crisi respiratoria e poi morto nonostante i medici del 118 hanno tentato di rianimarlo.
Una tragedia sulla quale la Procura ha deciso di aprire un’inchiesta facendo eseguire l’autopsia disposta dal sostituto procuratore, dottoressa  Paola Galdo.
Solo quando sarà depositata la relazione del medico legale Rizzoli si stabilirà l’esatta causa del decesso anche attraverso i risultati degli esami tossicologici eseguiti dai medici.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 4,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Il volo di palloncini bianchi ed un lungo applauso nel giorno dell’addio a Luca Preziosi”

  1. Nappo Carmela ha detto:

    Mi dispiace di non essere andata a funerale luca riposa in pace amen

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *