alpadesa
  
Flash news:   Lavori a singhiozzo nel fiume Sabato, la protesta dell’ex sindaco Andrea De Vinco: «vanno finiti al più presto perché il corso d’acqua rappresenta l’immagine e la storia della città» Furti ad Atripalda, l’ex consigliere Luigi Caputo (Prc) attacca: “Ladri di biciclette e ladri di futuro. Amministrazione assente, evanescente e impalpabile” Us Avellino, Salvatore di Somma e Piero Braglia alla guida del nuovo progetto tecnico Cadono calcinacci ad Alvanite, le accuse dell’ex assessore Ulderico Pacia: “non è stato fatto nulla per il quartiere, i lavori per la sostituzione e riparazione delle grondaie furono appaltati nel 2017 e mai partiti” Dopo i furti alle auto e alle abitazioni arrivano i ladri delle biciclette ad Atripalda Prevenzione, ricordo e promozione territoriale: al Laceno il “Drive in Rosa 2020“ Prevenire i furti nelle abitazioni: i consigli dei Carabinieri del Comando provinciale di Avellino US Avellino, ecco il settore giovanile dei lupi Slitta l’assegnazione dell’edificio dell’ex Volto Santo di Atripalda Coronavirus, non si ferma la risalita dei contagi (+276) e 12 morti. In Irpinia nuovi positivi nell’alta valle del Sabato

Nel parco San Gregorio un’area da adibire alla dispersione delle ceneri da cremazione

Pubblicato in data: 14/1/2016 alle ore:09:30 • Categoria: Attualità, Comune

pineta-sessa-02Un’area nel parco pubblico San Gregorio da adibire alla dispersione delle ceneri da cremazione.
Sarà possibile da oggi disperdere le ceneri da cremazione all’interno di un’area ben delimitata della Pineta Sessa, il grande polmone verde che sovrasta la cittadina del Sabato.
La decisione, adottata giorni fa con una delibera dalla Giunta Spagnuolo, nasce dalla richiesta presentata da un privato al Comune di poter procedere, dopo la cremazione, alla dispersione delle ceneri di un proprio caro e contestualmente l’autorizzazione alla piantumazione di un albero ad alto fusto e di una stele commemorativa in ricordo del defunto da collocare nell’area naturale di proprietà comunale denominata appunto Parco Sessa.
Tutto nasce con la legge del 30 marzo 2001, la n. 130 recante “Disposizioni in materia di cremazione e dispersione delle ceneri” che sancisce che «la dispersione delle ceneri è consentita, nel rispetto della volontà del defunto, unicamente in aree a ciò appositamente destinate all’interno dei cimiteri o in natura o in aree private», così come fissato anche dalla Legge della Regione Campania, la n.20 del 9 ottobre 2006. recante “Regolamentazione per  la cremazione dei defunti e di loro resti, affidamento, conservazione e dispersione delle  ceneri derivanti dalla cremazione” che all’articolo 4 stabilisce che “La dispersione delle ceneri è consentita in aree a ciò destinate all’interno dei cimiteri, in aree naturali appositamente individuate, nell’ambito delle aree di propria pertinenza, dai comuni, dalle province, dalla regione ed in aree private”.
«Visto che c’è stata la richiesta di un privato c’è l’obbligo da parte dell’Ente pubblico di individuare un’area con determinate caratteristiche che abbiamo valutato con l’Utc e che sia lontana dal centro abitato – illustra il sindaco Paolo Spagnuolo -. Da qui, dopo una valutazione ed il prescritto parere tecnico, abbiamo individuato nella Pineta Sessa-San Gregorio un’area dove poter procedere alla dispersione, da qui in avanti, delle ceneri. La scelta è ricaduta sull’area per le caratteristiche tecniche che presenta la zona, una serie di requisiti previsti dalla legge che l’area rispetta in tutto».
Una decisione che ha fatto storcere a qualcuno il naso visto che il parco Pineta Sessa-San Gregorio è aperto al pubblico anche come area pic-nic durante l’estate ed inoltre presenta nel sottosuolo falde acquifere. Ma il primo cittadino prova a tranquillizzare tutti: «Abbiamo escluso il cimitero perché tale area deve essere lontana dal centro abitato, l’area scelta nella pineta inoltre sarà recintata e destinata solo a tali finalità».
L’area naturale identificata ed oggetto di dispersione delle ceneri sarà infatti, secondo quanto deciso dall’esecutivo municipale,  distinta all’interno del parco Sessa, anche mediante la piantumazione di specifiche essenze arboree, al fine di consentire alle persone che effettueranno la dispersione di identificare tale area in maniera chiara e precisa.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Medaglia di bronzo a Parigi, il maestro D’Alessandro ringrazia l’Amministrazione per il riconoscimento in Comune

Il Maestro D'Alessandro premiato dal Sindaco, avvocato Paolo Spagnuolo, dall'Assessore Antonio Prezioso e dal consigliere comunale, il Signor Pascarosa, presente Read more

Seconda edizione “Premio Elio Parziale”, cerimonia conclusiva con i sette vincitori. Il sindaco: «L’intera comunità atripaldese ha bisogno di esempi positivi». Fotoservizio

«L’intera comunità atripaldese ha bisogno di esempi positivi ed Elio Parziale, uomo onesto, dedito al lavoro, che ha assunto il Read more

Atripalda in rosa ospita per il secondo anno consecutivo la Carovana del Giro d’Italia. FOTO

Atripalda si è tinta di rosa per ospitare per il secondo anno consecutivo la Carovana del Giro d’Italia. Tra palloncini, Read more

Atripalda candida il parco archeologico di Abellinum a polo culturale dell’Area Vasta. FOTO

Atripalda candida il parco archeologico di Abellinum come attrattore del polo culturale nell’ambito dell’Area Vasta di Avellino. Lo fa alla Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Nel parco San Gregorio un’area da adibire alla dispersione delle ceneri da cremazione”

  1. Nappo Carmela ha detto:

    che vergogna, invece di pensare a cose serie pensano a queste cose l’amministrazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *