alpadesa
  
Flash news:   Tentata estorsione aggravata, i Carabinieri arrestano una 28enne atripaldese Atripalda Volley, ecco altri due tasselli: Roberto e Fabio Luciano vestono biancoverde “Giullarte” torna nella sua collocazione temporale originaria, Gambale: “a giugno una straordinaria edizione per il ventennale” Maria Morgante riconfermata all’Asl Avellino e al Moscati arriva Renato Pizzuti Al via l’ampliamento della strada comunale Atripalda–Sorbo Serpico e altri interventi dal centro alla periferia. FOTO Atripalda Volley, tris di giovani per mister Racaniello: Ammirati, Riccio e De Rosa vestono biancoverde Scandone, il grido d’amore degli Original Fans: “Finché il cuore batte qui si combatte“ Gli amici di via Gramsci si ritrovano a cena dopo tanti anni. Foto Venerdì presentazione di “Variazione Madre” libro di poesie di Federico Preziosi Nozze d’oro Nappa-Santella, auguri

Rimettersi in forma dopo la lunga maratona gastronomica natalizia, i consigli della nutrizionista Laura Melzini

Pubblicato in data: 18/1/2016 alle ore:14:23 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Laura MelziniFinite le feste di Natale ci tocca tristemente fare i conti con la bilancia, che segnerà l’inevitabile aumento di peso dopo la lunga maratona gastronomica. E da qui ecco l’inizio di miracolose diete che molto spesso hanno la durata di una stagione. Perché? la risposta la troviamo proprio nel termine DIETA.

La maggior parte delle persone intende il “mettersi a dieta” come un periodo di completa restrizione, come punizione, quindi ci si priva di tutti gli sfizi, e spesso totalmente dei carboidrati.

Terminato il periodo di “dieta”, invece, prontamente si torna alle vecchie abitudini alimentari, dimenticando che proprio quelle ci hanno reso in sovrappeso. L’inevitabile conseguenza sarà tornare al peso precedente.

Questo è il principale motivo per il quale le diete drastiche e coercitive non funzionano!
“Mettersi a dieta” è un’operazione fallimentare e inutile nella stragrande maggioranza dei casi, soprattutto se la pratica è accompagnata da lunghi digiuni.  Diversi studi dimostrano infatti che, nell’arco dei sei mesi successivi, il peso perduto in seguito ad un regime alimentare scorretto e squilibrato sarà inesorabilmente ripreso.

La chiave del successo è innanzitutto modificare le proprie abitudini alimentari, facendosi aiutare da uno schema alimentare iniziale che possa far capire cosa significa mangiar sano in porzioni giuste, senza mortificanti privazioni. Il secondo passo è mantenere il peso raggiunto e fare propri i giusti atteggiamenti per poi riuscire a mangiare in maniera sana e naturale anche da soli.

A questo proposito ecco qualche consiglio utile:

– Preferite un’alimentazione varia, ricca di Frutta e verdura fresche che aiutano ad eliminare la ritenzione idrica, legumi e cereali anche integrali, importanti per sconfiggere il senso di fame. La fame è una sensazione molto spiacevole che spesso causa l’abbandono delle ‘diete’. Pesci, frutta secca, alimenti ricchi di acidi grassi ‘buoni’ che aiutano a diminuire i livelli di trigliceridi e colesterolo nel sangue.

– Evitate bevande zuccherate e alcolici. Si tratta di fonti di calorie aggiuntive che aumentano l’apporto calorico della giornata. Quindi concedersele solo nel weekend!

– Evitate di acquistare junk food. Se la vostra dispensa è piena di cibi salutari sarà più semplice evitare pericolose tentazioni.

– Fate attività fisica. Dimagrire è una questione di bilancio energetico: solo se le calorie bruciate con le attività quotidiane superano quelle introdotte con il cibo si può perdere peso. L’ideale sarebbe dedicare un’ora al giorno al movimento, ma possono bastare anche 40-50 minuti al giorno per 3 giorni alla settimana. Attenzione anche a ciò che si mangia prima e dopo l’allenamento!

Prima di iniziare una qualsiasi attività fisica, a pranzo, è importante consumare un pasto che contenga anche una porzione di carboidrati, importante per assicurarsi le energie necessarie per affrontare lo sforzo fisico. Se si pratica attività fisica la sera, assicurarsi uno spuntino a base di frutta, 1-2 ore prima dell’attività.

Dopo aver terminato l’allenamento, è meglio far riposare il nostro organismo per almeno un’ora, concentrandoci subito soprattutto sul reidratarsi. A cena l’ideale è reintegrare le proteine attraverso carne, pesce o legumi accompagnate con verdura, importante per colmare il fabbisogno di sali minerali e vitamine.
– Non siate troppo esigenti con voi stessi. Fissare obiettivi troppo ambiziosi può essere demoralizzante nel momento in cui non vengono raggiunti. Meglio procedere gradualmente, non scoraggiarsi e mantenere il risultato acquisito per sempre anche se si discosta da quello inizialmente auspicato. Per fare questo è utile monitorare il proprio peso tre quattro volte al mese in modo da controllare le piccole oscillazioni!

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Rimettersi in forma dopo la lunga maratona gastronomica natalizia, i consigli della nutrizionista Laura Melzini”

  1. Nappo Carmela ha detto:

    Ottimo consiglio dottoressa complimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *