alpadesa
  
domenica 20 ottobre 2019
Flash news:   Lesioni e cornicioni a rischio crollo, intervento dei Vigili del Fuoco con Utc e Polizia municipale a Palazzo Piarulli ad Atripalda.FOTO Inchiesta scuole, il sindaco relaziona per quasi un’ora dinanzi al Consiglio di Istituto della “De Amicis-Masi”. La ds Carbone: «Siamo fiduciosi del lavoro svolto dalla Procura e attendiamo gli esiti». FOTO Domani al Parco Avventura percorso di Neuroeducazione ed Educazione Emozionale Mazzette per pilotare sentenze: arrestato il giudice tributario Mauriello e Casimiro Lieto L’amministratore unico Santoli ringrazia i tifosi Atripalda Volley, grande entusiasmo per la presentazione. Il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “vanto per la città”. Foto Pena ridotta in Appello per l’ex assessore comunale Scuole cittadine a rischio, dopo gli avvisi di garanzia non chiuderanno l’”Adamo” e la “Masi”. Il sindaco oggi relaziona al Consiglio d’Istituto straordinario: «Assolutamente nessun rischio chiusura, non c’è elemento nuovo che possa portare a qualcosa di diverso» Al via la stesura del libro sulla XI Edizione del “Torneo Calcistico Stracittadino” del 2011 Scandone sconfitta nel derby casalingo con la Virtus Salerno. Foto

Sorpresi con documenti contraffatti, quattro ucraini arrestati dai Carabinieri di Atripalda

Pubblicato in data: 19/1/2016 alle ore:14:54 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Stazione carabinieri AtripaldaCredevano forse di sfuggire al proprio passato i quattro stranieri arrestati nella giornata di ieri dai Carabinieri della Stazione di Atripalda che, congiuntamente ed in piena sinergia con i colleghi della Stazione di Aiello del Sabato e del Nucleo Operativo e Radiomobile di Avellino, li hanno abilmente smascherati.

I quattro, di età compresa tra i 22 ed i 49 anni, tutti di origini ucraine, da qualche anno domiciliavano in Irpinia (tre nel capoluogo ed uno a Montoro) sotto altre generalità nel verosimile tentativo di avere cittadinanza europea.

Non avevano però fatto i conti con il capillare controllo del territorio che i Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino effettuano nel loro quotidiano impegno volto a garantire sicurezza e rispetto della legalità. Così, nel corso di un servizio straordinario finalizzato all’emersione ed al contrasto del fenomeno dell’immigrazione clandestina, l’occhio esperto degli investigatori dell’Arma non ha potuto non posarsi su quei documenti che, in modo molto tranquillo e sicuro, venivano esibiti dai quattro stranieri. Anche se apparentemente identici ad un documento originale, emergevano alcuni elementi sufficienti ad instillare nella matura esperienza investigativa dei militari operanti il germe del dubbio circa la veridicità degli stessi.

La decisione di voler approfondire il controllo induceva i militari a condurre i quattro in Caserma ove poter eseguire i necessari accertamenti sia sui documenti che sugli stessi fermati. Il responso giungeva in breve tempo ed in modo inconfutabile: documenti di riconoscimento recanti false generalità.

Alla luce delle evidenze emerse, i quattro ucraini, ritenuti responsabili di possesso di documenti di identità contraffatti validi per l’espatrio, venivano dunque dichiarati in stato di arresto, a disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo.

Per due degli arrestati, nonché per altri due stranieri, scattava altresì la denuncia per il reato di falsità ideologica commessa dal Pubblico Ufficiale in atti pubblici, determinata dall’altrui inganno, in quanto all’atto del controllo di polizia esibivano Carte d’Identità italiane non valide per l’espatrio che, all’esito di accertamenti, risultavano essere state rilasciate previa esibizione dei documenti contraffatti.

Nell’ambito della medesima attività, veniva infine identificato un soggetto irregolare sul territorio nazionale, reso pertanto destinatario di decreto di espulsione.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *