alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, avviso alla cittadinanza di Atripalda del sindaco Spagnuolo: “Comunicate i vostri spostamenti in questi ultimi 15 giorni da e verso le zone focolaio del virus in Italia e all’estero” Elezione presidente Consiglio d’Istituto Comprensivo “De Amicis-Masi” Atripalda, lettera aperta della componente genitori guidata da Lia Gialanella: “non ci è parsa una buona partenza” Coronavirus: il figlio rientra in Irpinia da Codogno, famiglia in quarantena a Montefusco Ad Atripalda sabato pomeriggio arriva “Carnevale in Piazza” Taglio pioppi in via San Lorenzo, l’intervento della delegata al Verde Pubblico Anna De Venezia: “abbattimento dopo verifica tecnica e di un agronomo”. Foto Taglio pioppi in via San Lorenzo, scoppia la polemica sui social. L’attivista del M5S Antonello Di Guglielmo scrive su Facebook: “Ambiente punto di non ritorno” Lunedì crocevia per la tenuta del bilancio comunale di Atripalda: maxi debito in Consiglio con il piano di rateazione Avellino Calcio, Circelli: “pronto a rilevare le quote di Izzo e soci con nuovi imprenditori” Alvanite Quartiere Laboratorio, incaricata azienda di Ferrara di adeguare il progetto alla variata normativa energetica Foglio di via per due trentenni romeni sorpresi di sera a bordo di una grossa Bmw

Tentato furto alla Snai di via Appia nella notte: allarme mette in fuga i malviventi

Pubblicato in data: 21/1/2016 alle ore:12:00 • Categoria: CronacaStampa Articolo

20160120_115520_resizedAvrebbero potuto mettere a segno un ingente colpo ai danni del Punto Snai di via Appia ad Atripalda, ma l’allarme scattato immediatamente alle tre di notte ha fatto saltare ogni piano e messo in fuga i malviventi.
E’ quanto avvenuto l’altra notte, quando ignoti, previa forzatura di due delle saracinesche di cui dispone l’attività commerciale ubicata al piano terra di uno stabile di via Appia, distante poche decine di metri dallo svincolo per il raccordo autostradale Avellino-Salerno e dalla sede del liceo scientifico, sono riusciti a guadagnarsi l’accesso nel locale dopo aver divelto i grossi fermi.Così sono riusciti a sollevare in parte ledue serrande in ferro e dopo aver forzato la porta d’ingresso e rotto il vetro sono entrati all’interno riuscendo fortunatamente ad asportare solo la macchinetta cambiasoldi, ritrovata dai Carabinieri nella giornata di ieri a Serino.
A far saltare i piani è stata l’entrata in funzione del sistema d’allarme di cui è dotato il centro scommesse che dispone anche di un sistema di videosorveglianza esterna ed interna.
Così intorno alle tre è scattato l’allarme collegato con l’istituto di vigilanza privata Cosmopol ed i Carabinieri che sono giunti immediatamente sul posto.
All’arrivo degli uomini della Benemerita nessuna traccia dei ladri, svaniti già nel nulla. Le ricerche sono immediatamente partite con posti di blocco, ma purtroppo finora nessuno ha dato esito positivo.Giusto un anno fa due ladri incappucciati entrarono dal retro dell’edificio che ospita il Punto Snai riuscendo a svuotare tutte le cassette delle slot machines,portandosi via così un bottino tra 10 e 15 mila euro in monete.
Sull’episodio indagano i carabinieri della stazione di Atripalda e quelli di Avellino che hanno eseguito, con la scientifica, diversi sopralluoghi per repertare tracce utili alle indagini.
Si valuta anche il sistema di videosorveglianza di cui è munito il Punto Snai: gli investigatori infatti vogliono capire se le telecamere siano sono state in grado di registrare immagini utili agli inquirenti per poter dare un’identità ai ladri che si presumono siano gli stessi che da settimane stanno terrorizzando l’hinterland avellinese.
Proprio una settimana fa, con le stesse modalità,sempre lungo via Appia, è stato tentato un furto ai danni del Tabacchi-Edicola, rivenditan.8. Qui però il bloccaggio della serranda che si è incastrata sul lato sinistro ha impedito ai ladri di entrare all’interno per asportare la merce dagli scaffali.
Gli investigatori sono alla ricerca di una grossa Audi di colore nero che verrebbe utilizzata per compiere ogni volta i furti.
Colpi messi a segno con le stesse modalità di esecuzione, di fuga e di nottecome quelli messi a segno ai danni del Parco Commerciale Appia, tanto da spingere la direzione ad installare nuove telecamere.Videosorveglianza che anche il Comune punterà ad incrementare grazieall’arrivo di 17 mila euro legati ad un vecchio finanziamento per un progetto che interessa i comuni di San Potito e Atripalda. I fondi saranno utilizzati per l’acquisto di videocamere con tre finalità: controllo del territorio per contrastare il fenomeno dei furti in modo da dare giusto sostegno all’attività investigativa delle forze dell’ordine, controllare determinate aree che diventano spesso luogo di sversamento abusivo dei rifiuti ed infine consentire il monitoraggio e lo stato dei fiumi nei punti più a rischio esondazione.

 

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *