alpadesa
  
domenica 15 settembre 2019
Flash news:   Incendio Pianodardine, Camminata Rosa rinviata a data da destinarsi Incendio a Pianodardine, il Comitato festa rinvia al prossimo fine settimana i festeggiamenti per San Sabino con concerto della PFM e processione Incendio a Pianodardine, Arpac avvia monitoraggi ambientali. Foto Incendio a Pianodardine, sospesa la raccolta differenziata da parte di Irpiniambiente Lunedì mattina aprire la nuova area parcheggio in via Francesco Scandone. FOTO Incendio a Pianodardine, domani scuole chiuse ad Atripalda. Ecco l’ordinanza Incendio a Pianodardine: evacuata la zona, nube tossica nell’aria. Il prefetto dichiara lo stato di emergenza: si invita a restare a casa e tenere le finestre chiuse. FOTO Carlo Sibilia riconfermato sottosegretario all’Interno Allarme ambientale a Pianodardine: brucia fabbrica di materiale plastico Settantenne atripaldese chiede i danni al comune di Salerno

Sidigas cala il poker di vittorie, battuta anche la capolista Reggio Emilia

Pubblicato in data: 24/1/2016 alle ore:11:00 • Categoria: Avellino BasketStampa Articolo

Sidigas Reggio Emilia2La Sidigas Avellino batte la capolista Reggio Emilia e incasella il quarto successo consecutivo.

Le squadre che si presentano con i consueti quintetti base. I lupi partono bene con una tripla di Nunnally, Reggio risponde con Golubovic e De Nicolao. I biancoverdi si affidano molto al tiro da tre non riuscendo a trovare soluzioni dentro l’area. In difesa però, i lupi sono bravi a limitare gli attacchi della Grissin Bon al 5’ (13-5). Con le squadre in bonus si va molto in lunetta, Cervi sbaglia Della Valle no e la squadra di Menetti accorcia. Un ispirato Ragland però, tiene avanti Avellino al 10’ (19-16).

Sidigas-Reggio Emilia1Le difficoltà in area reggiana, anche se Buva entrato al posto di Cervi riesce a scardinare la difesa emiliana, ed è ancora un indemoniato Ragland a dare il +8 alla Scandone segnando 4 punti di fila, al 13’ (26-18). Menetti chiama time out ed al rientro i suoi piazzano un break di 8-2 firmato Aradori-Pollonara, ma Ragland è imprendibile e riporta avanti gli irpini (34-26). La squadra di Sacripanti ferma il suo attacco e Golubovic e Aradori cercano di approfittarne, Buva non ci sta e inchioda una schiacciata, Nunnally invece mette cinque punti di fila che chiudono il quarto con la Sidigas in vantaggio di 10, al 20’ (45-35).

Al ritorno dall’intervallo lungo le squadre non riescono quasi mai a trovare il canestro. Avellino con Ragland prima, e Acker poi aumenta il vantaggio al 25’ (49-37). Menetti rimette in campo Lavrinovic e lo ripaga 6 punti di fila, ma prima Nunnally e poi Buva dopo un assist magistrale di Green ricacciano indietro tutti i tentativi di rimonta reggiana al 30’ (55-46).

Sidigas Reggio Emilia3Reggio inizia a zona, ma Veikalas e Buva la puniscono, costringendo la Grissin Bon a tornare alla difesa ad uomo. Gentile e Della Valle cercano di riportare sotto la squadra emiliana. Ancora una volta Ragland e Buva la riportano a distanza di sicurezza. Veeremenko però, realizza un 2+1 che riporta Reggio -8 (66-58). Nunnally e Ragland realizzano 4 punti di fila, in difesa la Sidigas riesce a limitare il pick and roll dei biancorossi con Menetti costretto a chiamare time out (70-61). Al rientro gli irpini perdono due palle sanguinose e Silins riporta a -5 Reggio Emilia (70-65). Nell’ ultimo minuto però, i soliti Nunnally e Ragland dalla lunetta chiudono il match al 40’ (75-67).

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *