alpadesa
  
Flash news:   L’Area Dem del Pd a confronto ad Atripalda in vista delle Regionali 2020, Nancy Palladino: «per noi il nome del governatore De Luca è imprescindibile e va sostenuto». FOTO Messa in ricordo di Alessandro Lazzerini sabato presso la Chiesa del Carmine Niente più sosta in piazza Tempio Maggiore per valorizzare la chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Uccise la moglie con arnese da falegname, si impicca in cella a Torino 64enne originario di Atripalda Trova uno smartphone e chiede 30 euro per la restituzione: denunciato per tentata estorsione 60enne di Atripalda Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Laurea in Tecniche di Radiologia Medica: auguri alla dottoressa Angela Penza Natale 2019, Amministrazione in campo per le luminarie in centro città

“Tricare – Il letargo del perditempo”, ecco gli appuntamenti del 3 e 4 febbraio

Pubblicato in data: 2/2/2016 alle ore:20:12 • Categoria: CulturaStampa Articolo
ajaxmailSulle orme dell’evento estivo, il Forum dei Giovani di Atripalda è lieto di presentare “TRICARE – lL LETARGO DEL PERDITEMPO“. Quale periodo migliore del letargico inverno, infatti, rispecchia a pieno il nostro termine tradizionale?
Il 3 ed il 4 Febbraio siete tutti invitati a dar adito alla vostra vena perditempo!
Il primo giorno vedrà, alle ore 18.30, il professor Gaetano Guerra, docente di chimica macromolecolare della facoltà di Chimica dell’Università degli Studi di Salerno, sostenere nella chiesa di San Nicola da Tolentino una lezione dal tema sensibile a noi tutti: il RICICLO. Dopo il successo del laboratorio a tema, il Forum decide di continuare a sottolineare l’importanza di un processo essenziale per la vita odierna. Gli argomenti della lezione saranno soprattutto l’impatto dell’ecologia sull’economia e le caratteristiche del polimero PET.
 
Alle ore 20.00, in loco, Rino Petrozziello darà vita ad “Errori di partitura“: progetto audiovisivo di tessitura matematica del suono che, fluttuando tra algoritmi, funzioni trigonometriche e glifi sonori, crea una sintesi compositiva cerebrale e penetrante, legata ad atmosfere austere, ritmi dissonanti e suoni industriali. Nei meandri di questo lavoro affiora una ricchezza percussiva intrisa di ronzii e disturbi elettrici, trame di ascendenza sinfonica che si fondono in un’idea di musica elettronica fondata su tempi destrutturati e suoni distorti.
Alle ore 21.00, lo spettacolo continuerà grazie ad un live acustico di Agostino Tilotta, chitarra elettrica degli UZEDA e di Bellini. In privato Tilotta è amante del suono della chitarra acustica, a sua detta voce della sua memoria: ama affidare al suono scarno e primitivo dello strumento immagini e storie della sua vita. Vi invitiamo a perdervi in questo itinere nell’universo emozionale, dove tutto è in bilico tra illusione e realtà.
Il 4 febbraio, il TRICARE si sposterà al GODOT ART BISTROT, noto locale avellinese, avendo come protagonisti i POSTCARDS, un gruppo indie-folk originario del Libano, per la prima volta in Italia. Lasciatevi sedurre dalle melodie delicate e nostalgiche di un gruppo noto in Germania, Francia, Regno Unito e Portogallo, ospite esclusivo del nostro evento facente parte del loro tour di 12 tappe, dal Lazio alla Sicilia. Vi aspettiamo con i Postcards alle ore 22.00!
Il materiale per perdere tempo c’è tutto, ma la componente migliore siete voi!
NON MANCATE!

 

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *