alpadesa
  
Flash news:   Italia Viva: il nuovo partito di Renzi anche ad Atripalda. Si lavora a portare in città l’ex premier con il nuovo anno. Foto “Aquile Randagie”, gli scout che dissero no al fascismo: giovedì confronto ad Atripalda Trasloco volante ad Atripalda, i mobili vengono lanciati direttamente giù dal balcone in via Ferrovia. Foto Incidente ieri tra un’auto e un motorino in via San Lorenzo ad Atripalda: ferito un postino A Parco delle Acacie domenica convegno per dire “No” alla violenza sulle donne “World Philosofy Day 2019“, gli studenti del liceo “De Caprariis” di Atripalda a confronto con il vescovo Aiello. Foto Davide Rondoni stasera e domani ad Atripalda omaggia Giacomo Leopardi per i 200 anni de “L’Infinito” La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, rimosse dai Vigili del Fuoco lamiere pericolanti dal tetto del campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie. Foto

Referendum 17 aprile, domani sera “Brindisi sociale” promosso da Libera e Forum Giovani Atripalda

Pubblicato in data: 12/4/2016 alle ore:08:40 • Categoria: PoliticaStampa Articolo

Brindisi sociale per il referendum del 17 aprile 2016Domenica 17 Aprile siamo tutti chiamati alle urne. Il popolo italiano dovrà esprimersi  favorevole o contrario a quanto enunciato dal quesito del Referendum sulla questione delle trivellazioni.
Questa è un’occasione alla quale gli elettori non possono e non devono  assolutamente sottrarsi, in quanto la loro opinione diventa lo strumento di azione dello Stato, che prenderà  le sue decisioni tenendo ben presente il volere della Nazione.

Il diritto al voto è sancito nell’articolo 48 della nostra Costituzione; non solo un diritto ma un vero è proprio dovere civico. Con l’esercizio del voto ogni cittadino diventa costruttore di quella democrazia, principio fondamentale su cui pone le basi la nostra Repubblica.  Ciascuno è libero di esprimere la propria opinione riguardo le questioni che interessano il proprio Paese, di prendere una posizione.
La storia ci insegna che tante battaglie sono state combattute per ottenere questo privilegio, che oggi sempre più spesso viene calpestato dal poco interesse, dall’indifferenza, dalla scarsa informazione delle persone.

Per far fronte a tale problema, il Presidio “Pasquale Campanello” di Libera Atripalda e il Forum dei Giovani di Atripalda in vista del Referendum,ci invitano ad essere veri  attori protagonisti di questa società: il giorno 13 Aprile alle ore 20.30 nell’ex sala consiliare della Biblioteca di Atripalda avrà luogo l’iniziativa “Brindisi Sociale”, un incontro informale con l’obiettivo di raccogliere le differenti opinioni, di fare chiarezza sull’importanza del referendum, ma soprattutto di avvicinare alle urne quante più persone possibili al di là se si è per il si o per il no.

Bisogna trovare il coraggio di prendersi cura del luogo in cui viviamo, delle cose che ci appartengono, della nostra vita, e tutto questo è possibile solo se si ha il coraggio di partecipare concretamente, di sporcarsi le mani, perché la nostra libertà possiamo difenderla solo noi, unici responsabile del nostro presente e ancor più del nostro futuro.

 
Forum dei Giovani di Atripalda

Presidio Pasquale Campanello
di Libera Atripalda

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

2 risposte a “Referendum 17 aprile, domani sera “Brindisi sociale” promosso da Libera e Forum Giovani Atripalda”

  1. Nappo Carmela ha detto:

    io non ci vado a votare i soldi sono spesi male per questo referendum lo stato poteva risparmiare questi soldi per cose utili, aiutare le famiglie bisognose e dare posti di lavoro ai giovani disoccupati ciao

  2. raffaele la sala ha detto:

    Io, invece, vado a votare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *