alpadesa
  
Flash news:   Nuovi scarichi abusivi nel fiume Sabato nel tratto che attraversa Atripalda, la denuncia di Franco Mazza: “non bisogna abbassare l’attenzione sulle condizioni del corso d’acqua”. Foto Us Avellino, l’amministratore Nicola Circelli: “effettuati i pagamenti necessari per evitare sanzioni e penalizzazioni” Grande partecipazione al “Premio San Valentino–Città di Atripalda”. Foto Istituto Comprensivo di Atripalda, fa discutere la circolare della preside Amalia Carbone che vieta i vestiti di Carnevale all’Infanzia. I genitori si dividono sui social “Ci vuole un fiore”, incontro al Convento di San Giovanni Battista domenica su ecologia e benessere “Laganum in Arce” a Manocalzati nel castello di San Barbato Calcio, l’Abellinum vince ancora Ciclismo, l’A.S Civitas-Profumeria Lucia intensifica la preparazione in attesa del debutto Porta i cani nell’ex scuola di Rampa San Pasquale interdetta al pubblico, fermato dai Vigili Ad Atripalda sabato pomeriggio arriva “Carnevale in Piazza”

Trasporti, Moschella: “I tagli praticati dalla Regione, strumentale la posizione della Uil”

Pubblicato in data: 27/4/2016 alle ore:18:43 • Categoria: PoliticaStampa Articolo

moschella“Ci meraviglia la posizione assunta dalla Uil che sulla questione trasporti attacca la Provincia, anziché affrontare il problema dei tagli praticati dalla Regione Campania che sono sotto gli occhi di tutti”. E’ quanto afferma il consigliere provinciale con delega ai Trasporti, Vincenzo Moschella. “La ricostruzione della vicenda da parte della Uil non è puntuale e appare dettata da altre motivazioni. Interveniamo nuovamente sull’argomento solo per un’esigenza di chiarezza nei confronti dei cittadini. Pertanto, ribadiamo quanto già affermato nei giorni scorsi. La Provincia di Avellino ha già dovuto registrare un’importante decurtazione di risorse da parte della Regione Campania che, con delibera di giunta del 2013 determinò un taglio da 12 milioni di chilometri a 9,8 milioni chilometri. La Provincia di Avellino, con comportamento virtuoso, ha evitato disagi anticipando la quota Iva poi recuperata in sede giudiziaria attraverso ricorsi che hanno riconosciuto all’Ente il rimborso. Ora, però, con la delibera di giunta regionale n. 106 del 22 marzo viene chiarito che l’Iva è compresa nella somma di 20.662.000 euro destinata all’Irpinia. Per questo motivo, la Provincia non potrà più adire le vie legali per il rimborso, rinunciando di conseguenza al 10% dell’aliquota che equivale a circa due milioni di euro. Gli uffici del settore dell’Amministrazione Provinciale hanno svolto semplicemente il proprio lavoro, inviando la comunicazione alle ditte ed evitando omissioni. Gli uffici hanno preso atto della delibera regionale e hanno informato le aziende della situazione. Peraltro, la delibera regionale è stata varata con enorme ritardo: è stata approvata a fine marzo e pubblicata sul Burc il 4 aprile per il servizio concernente il 2016, quando tutto il piano è abbondantemente cominciato all’inizio dell’anno – spiega Moschella -. La Provincia di Avellino, anche attraverso il Consiglio provinciale che all’unanimità fa voti alla Regione per rivedere i tagli, farà di tutto per scongiurare disagi ai cittadini. Al consigliere regionale con delega ai Trasporti, Luca Cascone, abbiamo già detto e breve lo ribadiremo, che l’Irpinia merita un’attenzione maggiore perché non riceviamo alcun trasferimento per il trasporto su ferro, a differenza delle altre Province”.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *