alpadesa
  
Flash news:   Ordigno bellico ritrovato ad Avellino: la bomba verrà fatta brillare in una cava di Atripalda L’Area Dem del Pd a confronto ad Atripalda in vista delle Regionali 2020, Nancy Palladino: «per noi il nome del governatore De Luca è imprescindibile e va sostenuto». FOTO Messa in ricordo di Alessandro Lazzerini sabato presso la Chiesa del Carmine Niente più sosta in piazza Tempio Maggiore per valorizzare la chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi Il Potenza affonda l’Avellino Uccise la moglie con arnese da falegname, si impicca in cella a Torino 64enne originario di Atripalda Trova uno smartphone e chiede 30 euro per la restituzione: denunciato per tentata estorsione 60enne di Atripalda Sconfitta con il Geko Psa Sant’Antimo: parla coach De Gennaro Laurea in Tecniche di Radiologia Medica: auguri alla dottoressa Angela Penza

“Parole in sospeso – Festival del Lettore”, l’associazione CambiaMenti presenta il book-sharing. FOTO

Pubblicato in data: 14/5/2016 alle ore:12:00 • Categoria: CulturaStampa Articolo

cassetta blu per booksharingSi è svolta domenica 8 maggio la prima edizione del “Festival del Lettore”, organizzato dalla Associazione Cambia-Menti. Cornice dell’evento la piazzetta della Chiesa del Carmine, adottata dalla stessa per il progetto promosso dal comune di Atripalda “Adotta un’aiuola”. L’evento è stato occasione per vivere e valorizzare una piccola, ma accogliente piazzetta, che purtroppo stava per aggiungersi alla lista del “dimenticatoio” atripaldese. Parte centrale dell’evento è stata la presentazione del libro “Quando eravamo io e Irene” dell’ottimo Antonio Lepore, con le illustrazioni di Domenico Pastore. Un libro fortemente attuale, che ben rispecchia le dinamiche della società attuale sempre più tormentata da tre grandi bestie nere: ansia, angoscia e terrore di non emergere. Autori, non a caso, due giovani che nonostante qualche pensiero contrario hanno deciso di mettersi in gioco con la stesura di questo romanzo. Non solo presentazione e dibattito sul libro, ma anche scambio e condivisione nella giornata di domenica. Infatti sugli alberi della piazzetta erano, infatti, installati dei “libri al buio”, semplici libri con la copertina nascosta e con poche parole per attirare i lettori. Questi libri, raccolti tra i soci, sono stati messi a disposizione della cittadinanza, la quale ha potuto coglierli dagli alberi e portarli con se. Dopo la lettura si potranno riportare in piazzetta, dove potranno essere sistemati in una apposita cassetta azzurra, permanentemente (si spera) installata, dove ognuno potrà prendere o donare il testo che preferisce.

cadd

Progetto che Cambia-Menti ha dato vita basandosi sull’ idea della “sharing economy”, la cultura della condivisione, che sempre più si sta diffondendo in questo periodo. E allora perché oltre a passaggi, abiti, oggetti, non condividere anche la cultura?

Certo, il lavoro da fare per far affermare il book-sharing è tanto, ma l’Associazione è speranzosa e fiduciosa che pian piano qualcuno troverà quel pizzico di coraggio per aprire quella scatola.

casss

Per tutta l’estate, ogni domenica, Cambia-Menti farà si che in quella piazzetta gli alberi producano “cultura sociale”, foto, dipinti, testi scritti, di chi ha il coraggio di mettersi in gioco facendo sentire la propria voce, attraverso qualsiasi forma d’arte, e dimostrando che la generazione odierna non è solo la “generazione dei Selfie”.

Luca Guido Salomone, Andrea Lombardi

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 2,50 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a ““Parole in sospeso – Festival del Lettore”, l’associazione CambiaMenti presenta il book-sharing. FOTO”

  1. d ha detto:

    NON LO SAPETE CHE NELLA KIESA DI SAN SABINO SI SONO TENUTE LE PRIME comunioni??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *