alpadesa
  
domenica 17 novembre 2019
Flash news:   Maltempo, rimosse dai Vigili del Fuoco lamiere pericolanti dal tetto del campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie. Foto Natale 2019, aggiudicata la gara per le luminarie installate dal Comune ma i commercianti restano divisi. L’assessore Musto:«Uno sforzo non da poco per l’Amministrazione» Progetto “risanamento ambientale dei corpi iderici superficiali delle aree interne”, riunione all’Utc per gli interventi a contrada Fellitto e piazza Sparavigna Bando di vendita del Centro Servizi alle Pmi di Atripalda: lunedì la pubblicazione con prezzo a base d’asta di 2.715.000 euro Al via il cronoprogramma per l’accorpamento del mercato settimanale di Atripalda a parco delle Acacie: si assegnano le postazioni Ordigno bellico ritrovato ad Avellino: la bomba verrà fatta brillare in una cava di Atripalda L’Area Dem del Pd a confronto ad Atripalda in vista delle Regionali 2020, Nancy Palladino: «per noi il nome del governatore De Luca è imprescindibile e va sostenuto». FOTO Messa in ricordo di Alessandro Lazzerini sabato presso la Chiesa del Carmine Niente più sosta in piazza Tempio Maggiore per valorizzare la chiesa madre di Sant’Ippolisto Martire Avellino-Catania, Daspo a quattro tifosi biancoverdi

Memorial “Simone Casillo”, i dottor Marcacci e Mazzeo: «donare il sangue è donare la vita». FOTO

Pubblicato in data: 24/5/2016 alle ore:17:34 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

Memorial Casillo«Donare il sangue è donare la vita». E’ l’invito rivolto dal dottor Mazzeo e dal dottor Marcacci che ieri pomeriggio hanno preso parte all’inaugurazione della X edizione del “Memorial Simone Casillo“. I medici che ebbero in cura Simone all’ospedale Pascale di Napoli hanno illustrato la malattia che aveva colpito il giovane atripaldese e che lo ha portato via all’affetto della sua famiglia troppo presto.

Mafalda, sorella di Simone, ha presentato i medici: «Nel lungo percorso della malattia di Simone, il linfoma di Hogikin, abbiamo avuto la fortuna di trovare medici dal cuore grande, che sono diventati parte della nostra famiglia».
Il dottor Gianpaolo Marcacci: «non bisogna mai perdere la speranza e lottare. Noi cerchiamo di offrire la migliore qualità di vita possibile, il nostro centro è diventato il più importante del Sud d’Italia».
Memorial Casillo1Il dottor Adolfo Mazzeo, dirigente medico di Immunoematologia del “Moscati” e presidente dell’associazione “Fratres” di Atripalda ha sottolineato l’importanza di donare il sangue: «La cosa più importante che possiamo fare da sani è donare il sangue – ha esordito l’ematologo – perché donare il sangue equivale a donare la vita. In Italia, così come in Campania, le donazioni sono ancora poche rispetto al fabbisogno e perciò è importante cominciare a farlo e poi farlo abitualmente, anche perché donare il sangue ci consente di essere controllati molto scrupolosamente visti tutti gli esami che vengono effettuati. Donare è un gesto consapevole, volontario e abitudinario. Come associazione “Fratres” siamo impegnati sul territorio per raccogliere donazioni».
Memorial Casillo3Alla tavola rotonda presente anche il sindaco Paolo Spagnuolo, che ha portato il saluto dell’Amministrazione.
Prima del calcio d’inizio, don Ranieri Picone, ha celebrato una santa messa.

Il calcio d’inizio del torneo è stato come sempre emozionante per la famiglia di Simone con il papà Silvano, la sorella Mafalda con il piccolo figlio Simone.
Memorial Casillo5 Memorial Casillo4

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *