alpadesa
  
Flash news:   “Ci vuole un fiore”, incontro al Convento di San Giovanni Battista domenica su ecologia e benessere “Laganum in Arce” a Manocalzati nel castello di San Barbato Calcio, l’Abellinum vince ancora Ciclismo, l’A.S Civitas-Profumeria Lucia intensifica la preparazione in attesa del debutto Porta i cani nell’ex scuola di Rampa San Pasquale interdetta al pubblico, fermato dai Vigili Ad Atripalda sabato pomeriggio arriva “Carnevale in Piazza” Non bastano i rinforzi, Scandone sconfitta ancora a Corato Pari a reti bianche nel derby con la Cavese. Capuano: «Dovevamo vincerla» Il Consiglio d’Istituto del Comprensivo “De Amicis-Masi” di Atripalda elegge presidente Roberto Savarese ribaltando l’esito delle elezioni suppletive. Due genitori allontanati dai Vigili Laurea con lode di Francesca Bellizzi, auguri

Pd, il segretario cittadino Gerardo Malavena si dimette: “forti lacerazioni interne e nessuna unità d’intenti”

Pubblicato in data: 25/5/2016 alle ore:08:14 • Categoria: Politica, Partito DemocraticoStampa Articolo

gerardo-malavenaSono trascorsi poco più di due anni dal Congresso cittadino del 2013, dal momento in cui, speranzoso di poter fare da collante tra le varie sensibilità, diedi la mia disponibilità alla candidatura come Segretario. In quella data superai non poche perplessità e diverse preoccupazioni compiendo così una scelta di responsabilità per il bene esclusivo del Partito Democratico. Oggi, con quella stessa responsabilità, scrivo questa lettera: è evidente che il Nostro Partito, a causa delle forti lacerazioni che continuano ad emergere, resta privo di quell’unità d’intenti che consentirebbe di procedere meglio in questo percorso, rendendo probabilmente necessaria una guida più autorevole della mia.
Resto convinto che un circolo cittadino vada vissuto come centro di socializzazione che trova sempre nuova linfa nella partecipazione attiva alla vita politica, solo in questo modo potrebbe essere centro d’interesse, di condivisione e, se necessario, anche di scontri utili e costruttivi.
Alla luce dei principi espressi, si è rafforzata in me la consapevolezza dell’ eccesivo impegno che necessita la guida del PD atripaldese e sono anche consapevole dell’ oggettiva mancanza di tempo che non mi consente di svolgere il ruolo di segretario con la cura, l’impegno e le energie necessarie. Pertanto, pur restando la mia volontà di dedicarmi al PD, in data odierna, Vi rassegno le mie dimissioni irrevocabili. Inoltre propongo che, fino al prossimo Congresso, la guida del Circolo sia affidata ad un gruppo di reggenza composto dall’attuale Segreteria cittadina, perché ritengo che, in questi anni, abbia svolto al mio fianco un duro ed intenso lavoro che non dovrà in alcun modo essere vanificato.
Visti i numerosi impegni politici che ci attendono nei prossimi mesi, credo che questa strada sia l’unica percorribile, per non mostrare un PD fragile, diviso e pieno di contraddizioni. Ringraziando tutti per aver contribuito alla mia personale formazione, porgo cordiali saluti e Vi auguro buon lavoro.

Gerardo Malavena

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

2 risposte a “Pd, il segretario cittadino Gerardo Malavena si dimette: “forti lacerazioni interne e nessuna unità d’intenti””

  1. Elettore ha detto:

    Abbassate la saracinesca e andate tutti a casa che farete più bella figura.

  2. i ha detto:

    POTETE NOMINARE A “ZAINO” COME RESPONSABILE DEL PARTITO Che HA ESPERIENZA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *