- Atripalda News - https://www.atripaldanews.it -

Rinascita fiume Sabato, illustrati i progetti agli studenti del Liceo De Caprariis in Comune. Il vicesindaco Tuccia: «vogliamo concretizzare le loro idee»

fiume-sabato-ingrossatoUn incontro per concretizzare e mostrare le potenzialità del contratto di fiume e per parlare di un futuro sempre più vicino al destino delle nostre acque.
L’Amministrazione comunale, con il Sindaco Paolo Spagnuolo e il Vice Sindaco, nonché Assessore all’Urbanistica Luigi Tuccia, insieme al Presidente del Gal Partenio Luca Beatrice, ha incontrato la Dirigente del Liceo Scientifico “De Caprariis” Mariastella Berardino, accompagnata dal professore Feliciano Capone e dagli studenti delle classi 4E e 5A.
L’obiettivo era proprio quello di far conoscere i progetti studiati e messi in campo dagli alunni per la riqualificazione e il rilancio del Fiume Sabato. Il contratto di fiume, partito lo scorso anno di concerto con l’Amministrazione Provinciale, ha visto la firma di un protocollo d’intesa che riconosce al Comune di Atripalda il ruolo di anello di congiunzione tra i diversi territori attraversati dalle acque del Sabato e ora attende l’arrivo dei finanziamenti per il Gal Partenio e per quello Serinese-Solofrano.
Il prodotto di questo percorso, che ha visto il coinvolgimento del Liceo Scientifico, si è realizzato in ben quattro idee: dalla potabilizzazione dell’acqua per renderla più pura e pulita, all’installazione di pompe di calore, passando per l’inserimento del micro idroelettrico con cui ricavare energia, fino al recupero dei vecchi mulini per sfruttare l’energia meccanica e trasformarla appunto in idroelettrica.
Un momento di confronto proficuo e costruttivo, come sottolineato dall’Assessore Pd, Luigi Tuccia, che non esclude l’effettiva esecuzione di questi progetti: «L’iniziativa di oggi è stata in grado di mostrarci le diverse potenzialità del contratto di fiume, oltre ai modi in cui sarebbe possibile dare forma al recupero della parte urbana del Fiume Sabato. E’ un progetto bipartisan, partito dalle precedenti Amministrazioni, che solo ora trova la sua applicabilità, grazie anche all’intervento della Provincia, è stato rimodulato e portato avanti di concerto con il Gal Partenio, per cui nessun singolo può attribuirsi un merito esclusivo. Ha visto diversi momenti di dibattito e condivisione, con molti attori impegnati verso il raggiungimento di un obiettivo comune. Da anni interagisco e dialogo per lo sviluppo di questo territorio, con gli studenti del Liceo abbiamo replicato un modello di amministrazione partecipata che aveva già funzionato per la sistemazione di alcune zone del quartiere Alvanite. Il contributo di questi ragazzi è fondamentale per un cambiamento in positivo, per credere di essere ancora padroni del nostro destino. Sono stati capaci di considerare ogni aspetto, da quello ambientale, a quello energetico e culturale: così come le nostre acque, anche questi studenti rappresentano una risorsa irrinunciabile. Saremmo lieti di riconoscere loro un merito reale attraverso la concretizzazione di queste idee, che hanno richiesto studi e sforzi oltre i libri di scuola, non escludiamo che si possa fare».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli: