alpadesa
  
domenica 09 agosto 2020
Flash news:   Coronavirus, contagiato ad Atripalda anche un parente della signora rumena Nuovo caso di Coronavirus ad Atripalda, il sindaco: “la donna straniera sottoposta ad isolamento” Coronavirus, nuovo contagio ad Atripalda: in isolamento persona rientrata dall’estero Sicurezza urbana ad Atripalda, i consiglieri del gruppo “Noi Atripalda” scrivono al prefetto Raccolta differenziata, la nota di Antonio Prezioso (Fdi) “Cinema al Parco”, mercoledì al via la terza edizione estiva a Parco delle Acacie Drive in rosa 2020, ieri in scena la prevenzione e la promozione del territorio nella cornice naturale del Laceno Piazza Umberto I, gruppo di bambini aggrediti: 12enne finisce in ospedale Al via la XXVIII edizione del Festival “I Luoghi della Musica”: stasera si parte dal Chiostro di S. Maria della Purità di Atripalda La Misericordia di Atripalda si aggiudica la gestione dell’edificio comunale dell’ex Volto Santo. Il presidente Aquino: “momento di crescita e di svolta per noi”

Controlli della Finanza nei negozi cinesi anche ad Atripalda, sequestrata merce illegale

Pubblicato in data: 23/8/2016 alle ore:15:53 • Categoria: Cronaca

guardia di finanzaI militari del Nucleo Polizia Tributaria e della Compagnia di Avellino, a seguito di indagini, hanno eseguito controlli mirati presso quattro esercizi commerciali gestiti da cittadini cinesi ubicati nei comuni di Avellino, Atripalda e Mercogliano.

I riscontri effettuati nei negozi hanno consentito di accertare che i prodotti messi in vendita non rispettavano i requisiti di sicurezza stabiliti dalle normative nazionali e comunitarie. In molti casi sui prodotti non erano neanche presenti le “indicazioni” in lingua italiana previste dal Codice del Consumo (Decreto Legislativo 206/2005) e necessarie per informare i consumatori.

A termine dei controlli sono stati sottoposti a sequestro amministrativo: – 167.681 prodotti di bigiotteria e chincaglieria,  1439 prodotti elettrici, 3663 giocattoli oltre a circa 300 accessori per telefonini ed autoveicoli.

I quattro cinesi titolari dei negozi sono stati segnalati alla Camera di Commercio di Avellino che procederà ad irrogare le previste sanzioni amministrative, che possono arrivare fino ad un massimo di quarantamila euro per ogni violazione accertata.

Inoltre, nell’ambito delle quotidiane attività di poliza economico-finanziaria effettuate lungo le principali arterie stradali avellinesi ed i mercati che quotidianamente si svolgono nelle varie località della provincia, militari del Nucleo Polizia Tributaria di Avellino e della Tenenza di Sant’Angelo dei Lombardi, in distinte operazioni di servizio, hanno proceduto al sequestro di 328 borse ed 84 paia di scarpe oltre a 313 cappellini, tutti  riportanti marchi contraffatti di famosi brand nazionali ed internazionali.

I due soggetti extracomunitari, trovati in possesso del materiale contraffatto destinato alla vendita, sono stati deferiti a piede libero all’Autorità Giudiziaria irpina per ricettazione e commercio di materiale contraffatto.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Riparazioni alla centrale idrica di Cassano Irpino: 102 comuni senza acqua da domani

Domani 102 comuni tra Irpinia e Sannio resteranno senza acqua per almeno dodici ore. L’interruzione si è resa necessaria per Read more

I Vigili del Fuoco salvano un cane nel fiume Sabato

Una squadra dei Vigili del Fuoco di Avellino, nel pomeriggio di oggi 25 luglio, è intervenuta a Pianodardine nel territorio Read more

Incidente sulla Variante ad Atripalda, autotreno perde i cassoni con i pomodori: intervento dei Vigili del Fuoco. Foto

I Vigili del Fuoco di Avellino intorno alle ore 17'00 di oggi 23 luglio sono intervenuti sulla SS 7 BIS, Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *