alpadesa
  
Flash news:   Costituito l’ufficio di progettazione per l’intervento di sistemazione idraulica e idrogeologica del Vallone Testa ad Atripalda: 980mila euro a disposizione Coronavirus, in Irpinia secondo giorno consecutivo a contagio zero. I tamponi effettuati sono stati 298 Us Avellino, completato il passaggio delle quote Coronavirus, risalgono i contagi (+584) e le vittime (+117) in un giorno “Rossi-Doria, il riformatore che amava l’Irpinia”, il ricordo di Luigi Caputo del grande meridionalista Ciclismo, l’A.S.Civitas presenta il veterano Michele Venezia Lavori alla Biblioteca comunale e contrada Fellitto, si ampliano i cantieri ad Atripalda. Foto Coronavirus, nessun caso in Irpinia su 299 tamponi effettuati Coronavirus, quasi raddoppiati i guariti e le vittime in un giorno sono solo 78 Così non va – una fioriera cementata e vuota al posto di un paletto dissuasore in via Appia. Foto

Festival della Montagna, stamattina tappa nella Dogana dei Grani con gli alunni della “De Amicis”

Pubblicato in data: 27/10/2016 alle ore:15:35 • Categoria: Attualità

festival-dell-montagna-ad-atripaldaUna mattinata bella e intensa quella vissuta dagli alunni delle classi 4° A e 4° C della scuola elementare “De Amicis” di Via Roma. Nel palazzo ottocentesco della Dogana dei Grani sono andate in scena le letture recitate dagli attori del Teatro 99 posti, nell’ambito del Festival della Montagna promosso dal Comune di Mercogliano e realizzato in collaborazione con il Comune di Atripalda, il Museo Provinciale Irpino, Mediateur e il Teatro di Gluck.

“L’albero del sole” è la storia che ha incantato i bambini, narrata in dialetto, per dare il giusto valore alla lingua irpina e tramandarla alle giovani generazioni, come vuole la tradizione del racconto orale. Un viaggio meraviglioso tra querce, pini, principesse, giganti, fiori e folletti. E anche un laboratorio che ha stimolato la fantasia, portando all’invenzione di un’altra fiaba di montagna che è stata poi anche illustrata dai piccoli scrittori.

Un momento importante, di crescita e condivisione, ma soprattutto un’occasione per far rivivere un luogo storico di cultura. È quello che ha sottolineato il vice sindaco Luigi Tuccia, che insieme a Gianna Parziale, delegata alla Pubblica Istruzione, si è impegnato molto per questo evento: «Questa rete di relazioni tra i due Comuni, con il supporto anche della Provincia, ci ha dato la possibilità di riconnettere la Dogana con il territorio, riportandola alla sua funzione di luogo di aggregazione e animazione per la comunità. Il Festival della Montagna è un’ottima occasione per promuovere adeguatamente il nostro territorio, rispettandone la tradizione e la vocazione».

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Coronavirus, in Irpinia secondo giorno consecutivo a contagio zero. I tamponi effettuati sono stati 298

L’ASL di Avellino comunica che, su 248 tamponi analizzati dall’AORN “Moscati” di Avellino, dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, dall’Istituto di Read more

Coronavirus, risalgono i contagi (+584) e le vittime (+117) in un giorno

Coronavirus, risalgono i contagi (+584) e le vittime (+117) in un giorno. . È questo il dato più importante emerso Read more

Lavori alla Biblioteca comunale e contrada Fellitto, si ampliano i cantieri ad Atripalda. Foto

Si ampliano i cantieri pubblici ad Atripalda.  Da ieri mattina è scattato il divieto di sosta temporaneo in piazza Sparavigna, Read more

Coronavirus, nessun caso in Irpinia su 299 tamponi effettuati

L’ASL di Avellino comunica che, su 299 tamponi analizzati dall’AORN “Moscati” di Avellino, dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, dall’Istituto di Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *