alpadesa
  
domenica 05 luglio 2020
Flash news:   Cadono calcinacci ad Alvanite, i giovani del quartiere si recano in Comune dal sindaco: “giornata molto intensa e costruttiva ma siamo stanchi di 40 anni di chiacchiere” Forte pioggia e allagamenti in via Appia: città bloccata Sinistra Italiana Atripalda lancia l’allarme: «Chiudono le banche, altro che Città dei Mercanti» Buon compleanno al “vulcano” Antonio De Vinco Addio a Ciriaco Coscia, un pezzo della storia politica del Pci in Irpinia. Il ricordo dell’ex consigliere Andrea Montuori Al via il Bando di Gara per il servizio di scassettamento dei venti parcometri ad Atripalda Guasto allo Stir, stop alla raccolta dell’indifferenziato fino a sabato in tutti i comuni Spenta la terza candelina per l’associazione Acipea e presentato il romanzo “Il Ricordo di un Amore” Playoff Serie C, Ternana-Avellino 0-0: lupi eliminati Slitta ancora al 5 luglio la riapertura alla città della villa comunale di Atripalda per i lavori alla biblioteca

Casa di Cura Santa Rita, la denuncia della Cisl-Fp: “ennesima beffa per i lavoratori, in busta paga solo metà stipendio”

Pubblicato in data: 28/11/2016 alle ore:07:29 • Categoria: Economia

clinica santa ritaChiesto un urgente incontro con i vertici della casa di Cura Santa Rita di Atripalda per sbloccare e comprendere quali siano state le reali motivazioni per cui l’azienda ha erogato in busta paga metà degli stipendi maturati, comunica il Segretario Generale della Cisl-Fp IrpiniaSannio, Antonio Santacroce.
Ancora una volta cresce la rabbia dei lavoratori presi in giro dall’Azienda, che effettua prima i bonifici e poi comunica ai lavoratori il pagamento dello stipendio dimezzato. Con l’approssimarsi delle festività natalizie cosa farà il manager dell’azienda per allietare i lavoratori? Seguirà la logica della mensilità di novembre? Erogherà solo un terzo dello stipendio dovuto? Questa elargizione a metà ci deve far pensare ad un passo in avanti rispetto alle vicende accadute nello stesso periodo del 2015? Già in altre occasioni, afferma il Coordinatore Provinciale della Sanità Privata Mario Walter MUSTO, abbiamo invitato l’azienda a comunicare per ora e tempo eventuali problematiche che potessero interessare i pagamenti , ma nonostante le rassicurazione ricevute la musica non cambia. L’assemblea con i lavoratori fissata per il giorno 1 dicembre sarà fondamentale per comprendere e condividere il percorso da intraprendere nell’eventualità che la Casa di Cura Santa Rita non avesse ancora ottemperato al pagamento di quanto effettivamente dovuto ai lavoratori, conclude il Segretario Santacroce.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Casa di Cura Santa Rita, la Cisl Fp Irpinia-Sannio denuncia: “stipendi in ritardo”

"Altro che anno nuovo vita nuova, presso la Casa di Cura Santa Rita di Atripalda ci risiamo nuovamente con i Read more

Casa di Cura Santa Rita, pagata l’altra metà degli stipendi. Persiste stato di agitazione

L'assemblea dei lavoratori tenutasi oggi presso la Casa di Cura Santa Rita, resta tra i lavoratori lo stato di agitazione Read more

Alla Casa di Cura Santa Rita torna “Avellinose III Corso di Chirurgia Endoscopica Rino-sinusale, Rinosettoplastica e Fillers – Live surgery”

Dall'11 al 13 settembre, alla Casa di Cura Santa Rita di Atripalda, torna "Avellinose III Corso di Chirurgia Endoscopica Rino-sinusale, Read more

Medicina, sabato alla Casa di Cura Santa Rita interventi di chirurgia plastica in diretta video

"Correzione funzionale del setto e della valvola nasale in anestesia locale e senza posizionamento di tamponi" è questo il titolo Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *