alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, ad Atripalda sono 10 i nuovi positivi di oggi. In Irpinia 76 i contagiati su 1408 tamponi Un Protocollo d’intesa per l’apertura ad Atripalda di uno sportello anti racket e anti usura. Punto vaccinale di Atripalda, nota del sindaco Giuseppe Spagnuolo: “è il Centro diurno per Anziani. No alle polemiche, fidatevi delle istituzioni” Coronavirus, altri 3 contagi ad Atripalda Furto d’acqua: i Carabinieri denunciano un 60enne di Atripalda Cavalcavia pericoloso a contrada Novesoldi ad Atripalda: scattano le segnalazioni sui social Punto vaccinale Atripalda, il sindaco Spagnuolo respinge le accuse di Rifondazione: «Oggi l’annuncio, noi abbiamo proposto all’Asl il Centro diurno per Anziani che stiamo adeguando alle richieste» Videosorveglianza Atripalda, da questa mattina ritorna in funzione. Il sindaco Spagnuolo: “gli eventi criminosi ci hanno spinto ad accelerare” Vaccinazioni anti-covid: la denuncia del Prc: ”la vergogna di Atripalda” Coronavirus, tre nuovi contagi ad Atripalda

Comune, l’Amministrazione lavora al prepensionamento di undici unità. Dipendenti riuniti in assemblea

Pubblicato in data: 22/12/2016 alle ore:09:30 • Categoria: Comune

Comune di Atripalda, chiostro particolareUndici dipendenti comunali in possesso dei requisiti della pre-Fornero che l’Amministrazione Spagnuolo vorrebbe mandare in prepensionamento.  E’ questo l’obiettivo al quale si lavora entro fine anno a Palazzo di città per ottenere un risparmio di circa 400mila euro annui sulla spesa del personale e consentire l’assunzione di giovani. «L’Amministrazione si è resa disponibile nei confronti dei dipendenti in possesso di detti requisiti di valutare entro fine anno l’opportunità di poter usufruire di questa agevolazione che potrebbe rappresentare un vantaggio per gli stessi – dichiara l’assessore al Bilancio Domenico Landi  – .Oltre ai risparmi, liberando i posti, ci sarebbe l’opportunità per l’Ente di poter espletare un concorso per nuove assunzioni di giovani».
Una scelta però che sta procurando non pochi malumori tra il personale che l’altra mattina si è riunito in una lunga assemblea nella sala consiliare. All’incontro, a cui hanno preso parte circa 40 dipendenti su 51, anche il segretario generale di categoria della Cisl Funzione Pubblica Irpinia-Sannio Antonio Santacroce, Alfredo Iandolo della Uil Funzione Pubblica e Valter Sergio Ventola per la Cgil. In rappresentanza dell’Amministrazione l’assessore al Personale Fabiola Scioscia e quello al Bilancio Landi.
Tra i punti discussi è stata sollevata la necessità di una riorganizzazione dell’ufficio personale individuando in primis una figura apicale che non coincida con quella del segretario generale al fine di migliorare la funzionalità dell’ufficio. Tra le criticità evidenziate dal personale anche irregolarità nelle denunce mensili dei versamenti contributive all’Inps per gli anni 2011 e 2012 e la mancata corresponsione di alcune voci del salario accessorio. «Una riunione costruttiva, pacata e serena  – conclude l’assessore al Bilancio – in cui ho ricordato che quest’Amministrazione è stata molto vicina ai dipendenti, recependo le sollecitazioni pervenute dall’assessore al ramo. Tra questi ricordiamo l’aumento del valore facciale del buono pasto che è passato dai 5,80 euro ai 7 euro riscontrando addirittura un risparmio annuo pari a 30mila euro. Abbiamo inoltre istituito i servizi, prevedendo indennità di responsabilità e abbiamo concesso la Progressione economica orizzontale (Peo), riuscendo ad attribuirla a tutti i dipendenti che ne beneficeranno per sempre. Sulle sollecitazioni emerse dall’assemblea, l’assessore al personale Scioscia ha preso l’impegno di riportarle all’attenzione di una riunione di maggioranza».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *