alpadesa
  
sabato 04 luglio 2020
Flash news:   Forte pioggia e allagamenti in via Appia: città bloccata Sinistra Italiana Atripalda lancia l’allarme: «Chiudono le banche, altro che Città dei Mercanti» Buon compleanno al “vulcano” Antonio De Vinco Addio a Ciriaco Coscia, un pezzo della storia politica del Pci in Irpinia. Il ricordo dell’ex consigliere Andrea Montuori Al via il Bando di Gara per il servizio di scassettamento dei venti parcometri ad Atripalda Guasto allo Stir, stop alla raccolta dell’indifferenziato fino a sabato in tutti i comuni Spenta la terza candelina per l’associazione Acipea e presentato il romanzo “Il Ricordo di un Amore” Playoff Serie C, Ternana-Avellino 0-0: lupi eliminati Slitta ancora al 5 luglio la riapertura alla città della villa comunale di Atripalda per i lavori alla biblioteca Coronavirus, i contagi crescono ancora (+187) e il numero delle vittime è di 21

Acque reflue di caseifici nel Rio Rigatore: deferiti i titolari di due attività in via Appia. FOTO

Pubblicato in data: 2/1/2017 alle ore:14:20 • Categoria: Cronaca

scarichi-caseifici1Continua la piaga degli sversamenti nei fiumi che attraversano il nostro territorio. Questa volta è successo ad Atripalda dove i Carabinieri della locale Stazione hanno individuato degli scarichi che immettevano il liquame di scarto direttamente nella fognatura delle acque bianche andando cosi a finire direttamente nel fiume Rio Rigatore.

Ennesima attività condotta dai Carabinieri della Compagnia di Avellino che hanno denunciato due legali rappresentanti di due attività casearie atripaldesi, ritenuti responsabili dell’illecito smaltimento di acque reflue industriali, provenienti dal ciclo di lavorazione dei propri caseificio.

scarichi-caseifici2L’operazione è stata eseguita nell’ambito di un controllo ad ampio spettro disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino, finalizzato alla tutela della salute del cittadino e della legalità nella sempre delicata materia ambientale.

Gli scarichi delle predette attività erano stati allacciate abusivamente direttamente alla fognatura delle acque bianche, determinando quindi lo scarico di tali reflui schiumosi di colore biancastro direttamente nel fiume.

Forse superficialità o forse totale disinteresse per l’ambiente e la salute.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Centinaia di truffe sul web, arrestato giovane atripaldese

I Carabinieri della Stazione di Atripalda hanno tratto in arresto un 30enne, truffatore seriale che, attraverso numerosi alias, via internet Read more

Furto al Sale e Tabacchi di Michele Capossela sulla rotatoria della Maddalena: bottino da oltre diecimila euro

Hanno agito poco prima dell’alba forzando le serrande e le vetrate del Sale e Tabacchi di Michele Capossela ubicato sulla Read more

Sangue ad Alvanite nel giorno della festa della Repubblica: maxi rissa con dieci feriti. Indagano i Carabinieri

Sangue ad Alvanite nel giorno della festa della Repubblica. Un primo pomeriggio segnato da un regolamento di conti, una mattanza Read more

Due giovani di Venticano rubano al Centro Commerciale, denunciati dai Carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Atripalda, nel contesto di un servizio finalizzato principalmente alla prevenzione e repressione dei reati in Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *