alpadesa
  
Flash news:   Spenta la terza candelina per l’associazione Acipea e presentato il romanzo “Il Ricordo di un Amore” Slitta ancora al 5 luglio la riapertura alla città della villa comunale di Atripalda per i lavori alla biblioteca Coronavirus, i contagi crescono ancora (+187) e il numero delle vittime è di 21 Assemblea ASI, approvato il Bilancio consuntivo 2019 all’unanimità Efficientemente energetico, la richiesta di “Idea Atripalda” per il Comune del Sabato Air Trasporti, riattivate le corse urbane nei giorni festivi sulle linee di Atripalda e Mercogliano Torna lo scontro politico tra maggioranza e opposizione nella prima seduta di Consiglio comunale dopo quattro mesi di stop. L’ex sindaco: “una scorrettezza questa convocazione” e il primo cittadino:”i punti in discussione li decido io non i social” Gli “Irpini della Capitale” donano tre sanificatori alle associazioni di volontariato irpine. Foto Calcinacci caduti ad Alvanite, il Prc attacca: “Le carte truccate di Del Mauro” Montevergine, visita dell’Us Avellino questa mattina da Mamma Schiavona. Foto

La Sidigas si aggiudica il derby, battuta Caserta 82-86

Pubblicato in data: 2/1/2017 alle ore:14:00 • Categoria: Avellino Basket

randolphLa Sidigas Scandone Avellino si aggiudica il derby di Capodanno battendo la Juve Caserta sul suo parquet 82-86. Partita solida degli uomini di Sacripanti che dopo un avvio in salita impongono il proprio ritmo alla gara. Tutti hanno dato il loro contributo. In evidenza le prove di Leunen e Green che con le loro triple hanno indirizzato la partita verso Avellino con grande intensità difensiva e precisione al tiro.

Il primo canestro è di Caserta con Watt che dopo un pick and roll appoggia a tabellone. Obasohan segna due liberi, ma è ancora Watt a segnare 3 punti consecutivi (5-2). La Sidigas è imprecisa in attacco e i padroni di casa ne approfittano con Watt e Sosa che segnano in contropiede, costringendo Sacripanti al time out (9-2). Al ritorno sul parquet è Thomas a mettere la tripla, per i bianconeri risponde Gaddefors. La Juve segna ancora con Sosa, ma dalla lunga distanza va a segno prima Ragland e poi Leunen (20-11). Sacripanti decide di mandare in campo Cusin, Green e Randolph. Con i tre in campo l’attacco è più fluido, Ragland segna in penetrazione e Leunen da tre (23-17). I biancoverdi crescono anche in difesa,  Ragland trova 5 punti consecutivi frutto di una tripla e di un appoggio a canestro. La Sidigas accorcia il quarto termina con il punteggio di 25-22.

La seconda frazione si apre ancora con Ragland che segna dai 6,75 e pareggia i conti, mentre il primo vantaggio irpino arriva grazie ad una schiacciata di Leunen (25-27). La Sidigas difende forte e in contropiede riesce a dare il primo strappo con Cusin e Ragland che costringono dall’Agnello al time out (30-34). Si inscrive a referto anche Zerini con un tiro da tre, ma Caserta tenta di rientrare con i tiri liberi di Watt e Sosa (34-37). Sacripanti alza il quintetto con Zerini, Leunen e Fesenko contemporaneamente sul parquet. Thomas segna dalla media distanza, Fesenko segna 4 punti consecutivi, prima di ricevere un tecnico per una reazione giudicata eccessiva. Gaddefors segna da tre, mentre Thomas risponde in penetrazione. Nell’ultima azione è Zerini a dare il + 5 all’Avellino con la tripla (43-48).

Il terzo periodo si apre con Watt che va a segnare da sotto. Randolph fa 2/2 dalla lunetta dopo un canestro di Sosa (47-50). I padroni di casa segnano solo con Watt, ma i biancoverdi fanno un 5-0 di parziale con Thomas in step-back e con una tripla di Leunen (49-55). La Juve segna con Cinciarini da tre e Watt che fa 2/2 dalla lunetta. Thomas segna dalla lunga distanza, risponde Sosa in penetrazione  e con due liberi (64-61). I biancoverdi riequilibrano in risultato con una tripla di Green e con Thomas sulla sirena di fine quarto (66-66).

L’ultimo quarto vede Zerini piazzare il +3. Putney fa 0/2 dalla lunetta mentre Fesenko ne mette 1 riportando la Sidigas a + 4 (66-70). Avellino stringe le maglie difensive mentre in attacco trova ottime trame offensive che portano Fesenko a schiacciare due volte, con il coach di casa che chiama sospensione (66-74). Reazione di Caserta che piazza un 4-0 di parziale con Putney e Watt, ma Fesenko lo blocca facendo 1/2 dalla linea della carità (70-75). Giuri segna la tripla del -2, e Watt dalla lunetta pareggia i conti (75-75).  Un canestro di Sosa dà il vantaggio ai padroni di casa, ma Caserta è in bonus ed Avellino ne approfitta con due liberi di Leunen con una tripla di Green (77-80). Watt fa 1/2 dalla linea della carità, Leunen li mette entrambi riportando a + 4 gli irpini. Il folletto biancoverde ruba palla a Giuri e la Juve manda Leunen a tirare i liberi che fa bottino pieno. Sosa va a tirare tre tiri liberi, ma ne segna uno. Leunen non sbaglia, Sosa sulla sirena segna una tripla. Avellino vince con il punteggio di 82-86.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
La Scandone Avellino piegata da Frata Nardò al PalaDelMauro

La Scandone Avellino piegata da Frata Nardò al PalaDelMauro. Queste le parole di coach De Gennaro dopo la sconfitta casalinga Read more

Stasera porte chiuse per Scandone-Nardò

In ottemperanza alle norme previste dal decreto del 4 marzo 2020 per fronteggiare l’emergenza sanitaria relativa alla diffusione del Covid-19, Read more

Coronavirus, sospese le gare di basket del prossimo turno

La S.S. Felice Scandone Avellino comunica che la Federazione Italiana Pallacanestro, di concerto con la Lega Nazionale Pallacanestro, ha disposto Read more

Brutta sconfitta in casa per la Scandone Avellino contro Geko PSA Sant’Antimo

Ennesima sconfitta per la Felice Scandone Avellino. Al PalaDelMauro finisce 72-96 contro la Geko PSA Sant'Antimo nel campionato di Serie B 2019/2020. Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *