alpadesa
  
Flash news:   L’associazione ACIPeA alla ribalta degli appuntamenti estivi Festeggiamenti Maria Santissima del Carmelo, domani messe in piazza Umberto I ad Atripalda con il vescovo Aiello Lavori a singhiozzo nel fiume Sabato, la protesta dell’ex sindaco Andrea De Vinco: «vanno finiti al più presto perché il corso d’acqua rappresenta l’immagine e la storia della città» Furti ad Atripalda, l’ex consigliere Luigi Caputo (Prc) attacca: “Ladri di biciclette e ladri di futuro. Amministrazione assente, evanescente e impalpabile” Us Avellino, Salvatore di Somma e Piero Braglia alla guida del nuovo progetto tecnico Cadono calcinacci ad Alvanite, le accuse dell’ex assessore Ulderico Pacia: “non è stato fatto nulla per il quartiere, i lavori per la sostituzione e riparazione delle grondaie furono appaltati nel 2017 e mai partiti” Dopo i furti alle auto e alle abitazioni arrivano i ladri delle biciclette ad Atripalda Prevenzione, ricordo e promozione territoriale: al Laceno il “Drive in Rosa 2020“ Prevenire i furti nelle abitazioni: i consigli dei Carabinieri del Comando provinciale di Avellino US Avellino, ecco il settore giovanile dei lupi

Ritrovati in fondo ad un dirupo dopo una notte trascorsa al gelo in attesa che arrivassero i soccorsi: Nico e Alfredo hanno acceso un fuoco per riscaldarsi

Pubblicato in data: 23/1/2017 alle ore:00:30 • Categoria: Cronaca

Ritrovati in fondo ad un dirupo dopo una notte trascorsa al gelo in attesa che arrivassero i soccorsi.
Sono stati tratti in salvo questa mattina intorno alle ore 9.30 i due sciatori atripaldesi Nico Iannaccone (nella foto sorridente all’interno dell’ambulanza) e Alfredo Cucciniello dopo che si erano persi durante un fuoripista in località Lago Laceno.
Tutta la notte personale dei Vigili del fuoco, del Soccorso Alpino e delle Forze dell’Ordine, ha effettuato ricerche riuscendo a localizzare i due giovani sciatori intorno alle ore 8.30 di ieri, in fondo a un dirupo.
Una scarpata profonda dalla quale non erano riusciti a risalire e nella quale hanno trascorso la notte accendendo un fuoco con un accendino che avevano con se per riscaldarsi e mangiando qualcosa che avevano negli zaini. Purtroppo entrambi i ragazzi avevano i telefonini scarichi. La fortuna ha voluto che nella notte non ci fossero bufere di neve e che le temperature rimanessero intorno ad un grado scongiurando così che i giovani potessero essere colpiti da ipotermia.
I malcapitati sono stati recuperati dal personale SAF (Speleo Alpino Fluviale) dei Vigili del fuoco congiuntamente a personale del Soccorso Alpino e trasportati, a bordo un di un gatto delle nevi, per essere affidati al personale sanitario dell’ospedale di Sant’Angelo dei Lombardi per le cure del caso. I Vigili del Fuoco, appena le condizioni meteorologiche lo hanno reso possibile, hanno utilizzato ieri mattina anche un elicottero per andare alla ricerca dei due dispersi.
Infreddoliti ma in buone condizioni di salute, i due giovani hanno trascorso tutta la notte sull’altopiano dopo essersi persi a seguito di un fuori pista. Un fuori pista pomeridiano prima di rientrare nella cittadina del Sabato che si è trasformato in un incubo notturno.
I caschi rossi del reparto Saf – Speleo Alpino ed i carabinieri, anche quelli della sezione di Atripalda guidati dal comandante Cucciniello, li hanno raggiunti con non poche difficoltà in una zona molto impervia.
I due giovani di Atripalda, ieri pomeriggio non avevano fatto ritorno alle auto alla chiusura degli impianti sciistici, dove erano attesi da altri amici. Un’amica ha così fatto scattare l’allarme, da cui la segnalazione al CNSAS. Sul posto i carabinieri, che detengono un presidio fisso al Laceno, i vigili del fuoco con la squadra di Montella.
Le ricerche si sono protratte tutta la notte e hanno riguardato principalmente le zone a ridosso degli impianti sciistici di Laceno e in località Vallibona in prossimità della sorgente Tannera.
Il ritrovamento degli sci ha fatto da subito ben sperare e soprattutto ha consentito ai soccorritori di seguire una traccia che alla fine ha consentito il ritrovamento. Gli spostamenti con il gatto delle nevi dei vigili del fuoco ha facilitato il raggiungimento delle aree di ricerca dalle quali i tecnici del CNSAS hanno proseguito seguendo le tracce, fino al ritrovamento dei dispersi. Hanno contribuito alle ricerche anche le associazioni Soccorso Montano Dedalo e Misericordia di Montella.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Dopo i furti alle auto e alle abitazioni arrivano i ladri delle biciclette ad Atripalda

Dopo i furti alle auto e alle abitazioni arrivano i ladri delle biciclette ad Atripalda. Nel post lockdown, dove la Read more

Prevenire i furti nelle abitazioni: i consigli dei Carabinieri del Comando provinciale di Avellino

Negli ultimi giorni il Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino ha ulteriormente intensificato i servizi di controllo del territorio per Read more

Giallo in Comune, rubato il portafogli di un’impiegata

Furto al Comune di Atripalda, rubano il portafogli ad una dipendente comunale dell’Ufficio Anagrafe. I Carabinieri della stazione di Atripalda, Read more

Rubano nella notte le gomme e lasciano due auto sui mattoni in piazza Cassese: i residenti chiedono la videosorveglianza. Foto

Rubano nella notte le gomme e lasciano due auto sui mattoni in piazza Cassese, nel cuore di Atripalda e i Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *