alpadesa
  
Flash news:   Lavori abusivi eseguiti in fondo archeologico di Atripalda, due persone denunciate dai Carabinieri Forestale Atripalda Volley, partenza lanciata: battuta 3 a 1 la Sacs a Napoli Giovedì 31 ottobre IX edizione del Premio giornalistico “Mimmo Castellano” Lesioni e cornicioni a rischio crollo, intervento dei Vigili del Fuoco con Utc e Polizia municipale a Palazzo Piarulli ad Atripalda.FOTO Inchiesta scuole, il sindaco relaziona per quasi un’ora dinanzi al Consiglio di Istituto della “De Amicis-Masi”. La ds Carbone: «Siamo fiduciosi del lavoro svolto dalla Procura e attendiamo gli esiti». FOTO Domani al Parco Avventura percorso di Neuroeducazione ed Educazione Emozionale Mazzette per pilotare sentenze: arrestato il giudice tributario Mauriello e Casimiro Lieto L’amministratore unico Santoli ringrazia i tifosi Atripalda Volley, grande entusiasmo per la presentazione. Il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “vanto per la città”. Foto Pena ridotta in Appello per l’ex assessore comunale

Sequestro Stir, novanta giorni per scongiurare l’emergenza ambientale nella Valle del Sabato. FOTO

Pubblicato in data: 26/1/2017 alle ore:19:01 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Sequestro dell’impianto trattamento rifiuti di Pianodadine, ad apporre i sigilli i carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Salerno, coordinati dal maggiore atripaldese Giuseppe Ambrosone. 
All’operazione condotta ieri mattina hanno preso parte anche i carabinieri di Atripalda con il comandante Costantino Cucciniello (nelle foto di Antonio Cucciniello).
Con l’ordinanza, firmata dal Gip Giovan Francesco Fiore, anche l’emissione di tre avvisi di garanzia per molestie olfattive e gestione illecita dei rifiuti a carico dei responsabili del sito, il responsabile di Irpiniambiente Nicola Boccalone, il direttore tecnico e il responsabile dell’impianto, rispettivamente Annarosa Barbati e Vincenzo Biondo.
Un sequestro preventivo con facoltà d’uso per novanta giorni, tempo utile per riportare l’impianto alla regolarità.
A chiedere il sequestro i Pm Roberto Patscot e Cecilia De Angelis, coordinati dal Procuratore capo Rosario Cantelmo, sulla scorta delle risultanze delle informative ricevute dagli uomini del Noe e dal consulente Giovanni Auriemma.

Il sequestro è, per il momento, uno degli sviluppi più importanti dell’inchiesta avviata sulla scorta del corposo esposto presentato in Procura dal comitato “Salviamo la Valle del Sabato”.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *