alpadesa
  
Flash news:   “World Philosofy Day 2019“, gli studenti del liceo “De Caprariis” di Atripalda a confronto con il vescovo Aiello. Foto Davide Rondoni stasera e domani ad Atripalda omaggia Giacomo Leopardi per i 200 anni de “L’Infinito” La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, rimosse dai Vigili del Fuoco lamiere pericolanti dal tetto del campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie. Foto Natale 2019, aggiudicata la gara per le luminarie installate dal Comune ma i commercianti restano divisi. L’assessore Musto:«Uno sforzo non da poco per l’Amministrazione» Progetto “risanamento ambientale dei corpi iderici superficiali delle aree interne”, riunione all’Utc per gli interventi a contrada Fellitto e piazza Sparavigna Bando di vendita del Centro Servizi alle Pmi di Atripalda: lunedì la pubblicazione con prezzo a base d’asta di 2.715.000 euro. Gara il 20 dicembre Al via il cronoprogramma per l’accorpamento del mercato settimanale di Atripalda a parco delle Acacie: si assegnano le postazioni Ordigno bellico ritrovato ad Avellino: la bomba verrà fatta brillare in una cava di Atripalda

Festività San Sabino, il programma di febbraio tra Falò e Santa Manna. Un ricordo nei versi di Gabriele De Masi

Pubblicato in data: 7/2/2017 alle ore:18:08 • Categoria: CulturaStampa Articolo

Atripalda in festa domani 8 e 9 febbraio 2017 in onore di San Sabino Vescovo, Patrono della città, e San Romolo Diacono.
Una due giorni di festeggiamenti per il Santo Patrono che in città viene celebrato ben due volte all’anno: il 9 febbraio, per ricordare la morte del Santo ed il 16 settembre in memoria della traslazione delle ossa dall’altare maggiore della Collegiata di S.Ippolisto allo Specus Martyrum avvenuta nel lontanissimo 1612.
Ad organizzare l’appuntamento il Comitato festa unitamente alla parrocchia di S.Ippolisto Martire.

Di seguito una poesia di Gabriele De Masi:

San Sabino

Alta fiamma devota, atripaldese,

ai gran fuochi della vigilia in scintille,

spande speranza, fede e preme

ché il paese viva, prosperi, sappia

che nella preghiera, anche il lampo

di brace che s’innalza al cielo,

dalle fascine accese a devozione, è

intercessione di perdono dai peccati

che fumighino in un gran falò,

alle contrade festanti, si brucino,

cosi, il male e l’oscura notte, augurio

che ritorni presto il sole sulle nostre

povere sorti, aiutate dalle tre dita

del Santo in processione, benedicente,

a noi, con la fronte segnata di Manna,

che ammanta Atripalda e la fa santa.

         Gabriele De Masi

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (5 votes, average: 4,40 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

2 risposte a “Festività San Sabino, il programma di febbraio tra Falò e Santa Manna. Un ricordo nei versi di Gabriele De Masi”

  1. Anto ha detto:

    Gabriele, un poeta grande

  2. Carlo ha detto:

    Tenero e caldo l’abbraccio della fiamma del falò, forte e vigoroso come il legame con la sua Atripalda. Complimenti, Gabriele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *