alpadesa
  
sabato 21 settembre 2019
Flash news:   Amministrazione sotto attacco, il sindaco replica duramente: «L’ex assessore Landi non sa di cosa parla ma è arrivato il momento di replicare a queste continue provocazioni. Noi la giunta della concretezza. Parla di mancato incoraggiamento al libero pensiero ma poi querela le testate locali» Festeggiamenti San Sabino: stasera PFM in concerto in piazza Umberto, domani processione del Patrono Rogo all’Ics di Pianodardine, l’Arpac: “livelli di diossina sotto la soglia di pericolo già sabato” L’ex assessore Mimmo Landi all’attacco: “solo autocelebrazioni dall’Amministrazione mentre il fallimento è sotto gli occhi di tutti” Idea Atripalda chiede al Comune di aderire a WiFi4EU per promuove il libero accesso alla connettività Wi-Fi Avellino calcio, info biglietti per le prossime gare dei lupi Green Volley, la Piscina Comunale di Mercogliano ospita la preparazione delle atlete atripaldesi Gestione Centro Informagiovani della Dogana, il Comune affida il servizio per il prossimo triennio alla Misericordia di Atripalda Al via i lavori di rifacimento stradale di via Manfredi e via Pianodardine. Foto Festeggiamenti San Sabino, il vescovo Aiello ai fedeli: “comunità messa a dura prova dall’incendio. Se venerdì scorso avessi preso l’auto per andarmene a mare non sarei stato un buon pastore ma un mercenario”. FOTO

Luca Toni denuncia: «Aggrediti fuori dallo stadio». L’Us Avellino condanna l’episodio

Pubblicato in data: 12/2/2017 alle ore:09:30 • Categoria: Avellino CalcioStampa Articolo

Attimi di paura per Maurizio Setti e Luca Toni, presidente e dirigente del Verona, al seguito della squadra nella trasferta di Avellino che, durante il percorso per raggiungere lo stadio in auto, a bordo della quale c’erano altre tre persone, sono stati dapprima minacciati e poi bloccati da una decina di persone. “Un vetro della vettura è stato infranto ed è stata scagliata pure una bottiglia di birra all’interno, che è finita sull’addome del presidente”, ha raccontato Luca Toni in sala stampa facendo una denuncia ben precisa e grave: “Dispiace che a venti metri ci fossero dei vigili e non hanno fatto nulla: vedendo loro ci siamo sentiti protetti, sicuri che avrebbero fatto qualcosa, e invece no”.
Sull’episodio sta indagando la squadra mobile della Questura di Avellino. Sono stati ascoltati pure i due vigili urbani che non avrebbero fornito elementi tali da potere individuare gli autori del gesto, sostenendo che quelle persone erano travisate.
Potranno rivelarsi utili i filmati delle telecamere di sorveglianza della zona dov’è situata la rotatoria tra Via Annarumma e Via Capozzi.
L’U.S. Avellino, con una nota stampa a fine gara: “condanna fermamente l’aggressione perpetrata ai danni dei dirigenti dell’Hellas Verona prima della gara, nel tragitto che conduce allo stadio Partenio-Lombardi. Un gesto vile, da parte di ignoti, che rovina una giornata di sport e che deve far riflettere tutti. Il presidente Walter Taccone, il presidente onorario Michele Gubitosa, i dirigenti biancoverdi, amareggiati e sorpresi dall’accaduto, hanno subito mostrato concreta e sincera solidarietà nei confronti dei dirigenti scaligeri, sin dal loro arrivo allo stadio.
Questa società, nel rimarcare in modo netto la propria condanna in merito a quanto accaduto, prende altresì le distanze dal violento episodio che mina la filosofia di assoluta sportività del club e che non rappresenta minimamente lo spirito e l’identità degli sportivi irpini.   
Un’aggressione da parte di violenti che nulla hanno a che fare con la sana tifoseria biancoverde, che si è sempre distinta per un comportamento civile e corretto, esprimendo valori di fedeltà, sportività e lealtà che non possono essere intaccati da questi atti di teppismo”.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *