alpadesa
  
Flash news:   Così non va – una fioriera cementata e vuota al posto di un paletto dissuasore in via Appia. Foto Istituto Comprensivo di Atripalda di nuovo nella bufera, la componente genitori scrive al Ds per criticare la Dad e all’Amministrazione: «Chiediamo di assumere le posizioni dovute al ripristino degli equilibri» Coronavirus, un caso a San Potito: 4 in Irpinia. I contagiati salgono a 536 Coronavirus, la Regione rinnova l’invito: “No assembramenti, il virus è ancora presente” Coronavirus, 92 le vittime registrate in un giorno e solo 300 nuovi positivi Flash mob dei piccoli imprenditori e Amministrazione in piazza Umberto per rilanciare il commercio ad Atripalda. Il sindaco: “attività di promozione del nostro territorio”. Foto Riparte il “Farmer Market” ad Atripalda: ieri mattina primo appuntamento dopo mesi di stop. L’assessore Musto: “mercatino in sicurezza”. Foto Coronavirus, sono due i contagiati in Irpinia: sono di Ariano. I contagiati salgono a 532 Coronavirus, forte calo delle vittime registrate nelle 24 ore: 50 in tutto Giovani e Movida, l’appello del governatore De Luca: “Bisogna abituarsi all’idea che nulla tornerà come prima”

Caos alla clinica “Santa Rita”, lavoratori ieri mattina in Prefettura: «Stipendi pagati in ritardo. Chiediamo chiarezza sul futuro»

Pubblicato in data: 23/2/2017 alle ore:16:25 • Categoria: Attualità

Si sono recati in Prefettura con i sindacati per chiedere chiarezza e certezza sui pagamenti. «Chiediamo il pagamento degli stipendi dovuti ai lavoratori. Oltre cento in tutta la struttura – accusa Marco D’Acunto, segretario Cgil Funzione Pubblica di Avellino -. Inoltre questa presunta trattativa per la cessione della proprietà, si sta ripercuotendo sull’organizzazione della struttura. Ci dispiace per l’assenza dell’azienda che per la seconda volta non si presenta al tavolo quando viene convocata in Prefettura».
I sindacati alla riunione convocata in Prefettura rappresentano i lavoratori della clinica atripaldese. Presente anche l’Asl. La proprietà invece non ha presenziato all’incontro di ieri.
«I lavoratori non hanno più fiducia. Da diverso tempo ci sono ritardi con i pagamenti – dichiara invece Mario Walter Musto, della Cisl Fp Irpinia Sannio -. La situazione crea un clima di incertezza che non fa bene a dipendenti e azienda. Gli stipendi arretrati, sono quelli di gennaio. Dovrebbero essere pagati entro il 7 di ogni mese. L’ennesimo rimando della proprietà, ha spinto i lavoratori a mobilitare i sindacati. E a chiedere spiegazioni. Ora abbiamo interpellato il Prefetto. Sui rumors per noi l’importante è la tutela dei lavoratori e che ci sia un imprenditore o una cordata che garantisca gli stipendi  e dia tranquillità ai lavoratori».
Incognite sul futuro della clinica Santa Rita: i lavoratori pretendono chiarezza sui rumors di una possibile cessione.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Coronavirus, un caso a San Potito: 4 in Irpinia. I contagiati salgono a 536

L’ASL di Avellino comunica che, su 604 tamponi analizzati dall’AORN “Moscati” di Avellino, dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, dall’Istituto di Read more

Coronavirus, la Regione rinnova l’invito: “No assembramenti, il virus è ancora presente”

L'Unità di Crisi della Regione Campania, riunita per esaminare la situazione epidemiologica dopo quanto si è verificato nell’ultimo weekend con Read more

Coronavirus, 92 le vittime registrate in un giorno e solo 300 nuovi positivi

Coronavirus, 92 le vittime registrate in un giorno e solo 300 nuovi positivi. È questo il dato più importante emerso Read more

Flash mob dei piccoli imprenditori e Amministrazione in piazza Umberto per rilanciare il commercio ad Atripalda. Il sindaco: “attività di promozione del nostro territorio”. Foto

Flash mob dei piccoli imprenditori e Amministrazione comunale in piazza Umberto per rilanciare il commercio ad Atripalda. Esercenti e amministratori Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *