alpadesa
  
Flash news:   Così non va – una fioriera cementata e vuota al posto di un paletto dissuasore in via Appia. Foto Istituto Comprensivo di Atripalda di nuovo nella bufera, la componente genitori scrive al Ds per criticare la Dad e all’Amministrazione: «Chiediamo di assumere le posizioni dovute al ripristino degli equilibri» Coronavirus, un caso a San Potito: 4 in Irpinia. I contagiati salgono a 536 Coronavirus, la Regione rinnova l’invito: “No assembramenti, il virus è ancora presente” Coronavirus, 92 le vittime registrate in un giorno e solo 300 nuovi positivi Flash mob dei piccoli imprenditori e Amministrazione in piazza Umberto per rilanciare il commercio ad Atripalda. Il sindaco: “attività di promozione del nostro territorio”. Foto Riparte il “Farmer Market” ad Atripalda: ieri mattina primo appuntamento dopo mesi di stop. L’assessore Musto: “mercatino in sicurezza”. Foto Coronavirus, sono due i contagiati in Irpinia: sono di Ariano. I contagiati salgono a 532 Coronavirus, forte calo delle vittime registrate nelle 24 ore: 50 in tutto Giovani e Movida, l’appello del governatore De Luca: “Bisogna abituarsi all’idea che nulla tornerà come prima”

Cambia la sosta intorno alla basilica paleocristiana. Strisce bianche e blu in via Aldo Moro che sollevano mugugni. FOTO

Pubblicato in data: 25/2/2017 alle ore:08:30 • Categoria: Attualità

Cambia la sosta in piazza Garibaldi per salvaguardare la basilica Paleocristiana e nuova segnaletica orizzontale con la realizzazione di strisce blu e bianche in via Aldo Moro e Fiumitello non senza mugugni.
Da ieri mattina sarà vietato sostare in vicolo San Giovanniello, l’area adiacente la basilica dell’età imperiale del III secolo d.C. che rappresenta l’antica necropoli romana per poter rendere visibile l’importante presenza storica con un angolo arredato.
«Oggi si giunge al completamento della sistemazione e della valorizzazione dell’area intorno alla basilica. Un lavoro partito nel 2014 con la riqualificazione di vicolo San Giovanniello, della nuova recinzione al fossato della basilica, l’illuminazione dello scavo – illustra il delegato alla Cultura e Lavori Pubblici, Lello Barbarisi -. Adesso serviva,almeno su vicolo San Giovanniello, liberare il monumento dalle auto perché non era comprensibile come un monumento rarissimo fosse occluso alla vista dei visitatori e dei passanti. Naturalmente sul fronte di piazza Garibaldi abbiamo recuperato 9 posti auto riservandone uno alla sosta dei disabili, mentre sono andati persi i posti che disordinatamente si utilizzavano in vicolo San Giovanniello. Ad accelerare la decisione la necessità di scongiurare altri danni causati dalla auto in sosta che hanno portato alla rottura della recinzione che delimita il sito storico – prosegue Barbarisi -.Vogliamo salvaguardare e valorizzare il centro storico che non diventi un parcheggio pubblico di chi non vuole sostare nella aree a pagamento e migliorarne anche la vivibilità».
Un intervento di rifacimento della segnaletica orizzontale, con la delimitazione delle aree riservate alla sosta a pagamento con strisce blu e quelle alla sosta libera che sta interessando anche altre zone della cittadina del Sabato, come via Aldo Moro e via Fiumitello e che poi proseguirà con la riapertura al transito veicolare, in un solo senso di marcia, del ponticello  in via Santi Sabino e Romolo che collega via Aversa con via Circumvallazione. Ma proprio la decisione di riservare in via Aldo Moro il lato sinistro alle strisce bianche e quello destro alla sosta a pagamento sta facendo storcere il naso ai residenti di via Roma, Piazza Umberto, via Aversa, piazza Cassese e via Fiume dove invece sono state realizzate solo strisce blu. Un trattamento che solleva non pochi mugugni e al quale l’Amministrazione intende porre rimedio con l’istituzione del disco orario.  
«E’ un lavoro che riguarda il Copro di Polizia municipale ed è ovvio che annualmente vanno rifatte le strisce, va rivista un po’ la segnaletica – conclude il delegato ai Lavori Pubblici -. Al centro, dove c’è maggiormente sosta è chiaro che si giustifica il parcometro. Nelle aree periferiche dove c’è una minore esigenza si è cercato di realizzate le strisce bianche e blu nella stessa arteria, anche per compensare i parametri che la legge fissa. Sulle strisce bianche che sono vicine al centro va operata una sorta di salvaguardia, con l’istituzione del disco orario che avverrà con un’ordinanza unica, altrimenti si crea una sorta di parcheggio diurno a scapito del commercio».

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Coronavirus, un caso a San Potito: 4 in Irpinia. I contagiati salgono a 536

L’ASL di Avellino comunica che, su 604 tamponi analizzati dall’AORN “Moscati” di Avellino, dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, dall’Istituto di Read more

Coronavirus, la Regione rinnova l’invito: “No assembramenti, il virus è ancora presente”

L'Unità di Crisi della Regione Campania, riunita per esaminare la situazione epidemiologica dopo quanto si è verificato nell’ultimo weekend con Read more

Coronavirus, 92 le vittime registrate in un giorno e solo 300 nuovi positivi

Coronavirus, 92 le vittime registrate in un giorno e solo 300 nuovi positivi. È questo il dato più importante emerso Read more

Flash mob dei piccoli imprenditori e Amministrazione in piazza Umberto per rilanciare il commercio ad Atripalda. Il sindaco: “attività di promozione del nostro territorio”. Foto

Flash mob dei piccoli imprenditori e Amministrazione comunale in piazza Umberto per rilanciare il commercio ad Atripalda. Esercenti e amministratori Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

5 risposte a “Cambia la sosta intorno alla basilica paleocristiana. Strisce bianche e blu in via Aldo Moro che sollevano mugugni. FOTO”

  1. FRANCESCO ha detto:

    Ben venga la segnaletica stradale. Certo c’è sempre chi deve mugugnare. L’Amminisrtazione deve poter fare quello che ritiene giusto per migliorare la viabilità. I risultati si vedranno col tempo.

  2. lucia ha detto:

    MA LE AUTO LA DOVE STA LA NECROPOLI E NON SI DOVREBBBBE PARCHEGGIARE LE POSSSIAMO POGGIARE SULLE NOSTRE SPALLE DI MODO DA TRASCORRERE UN INVERNO AL KOPERTO????????????????????????????????????????viva il monumento ma abbbbassso la civiltà?

  3. lucia ha detto:

    KE NE VOLIMO FARE DE STO GUAIO DELLA NECROPOLI QUA CI SERVONO SPAZI DA EDIFICARE E INDI PARCHEGGIARE AUTO CHE NOI NON VIVIAMO NEL 1300 ABBBATTETE IL MURO MA QUINDI COSTRUITE CHE NUNZIA MAI VIENE ALLUVIONE QUA DI NANZI AL GIARDINO ARTISTI SAREBBE UNA CATASTROFE CON IL FOSSATO SENZA SCARICHI FOGNARI KOSA VOGLIAMO FARE?CHI HA TENUTO L’IDEA ESSSERE FOLLE? VIVA LI MORTI MA ABBASSA LI VIVENTI?

  4. lucia ha detto:

    NON CI STIAMO

  5. il fenomeno ha detto:

    Bravissima l’amministrazione altra scelta di gusto! Giusto valorizzare la storia di Atripalda. Ora mettere altri dossi su strade meno centrali che le auto sfrecciano a tutta velocità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *