alpadesa
  
domenica 31 maggio 2020
Flash news:   Coronavirus, su 190 tamponi effettuati in Irpinia un solo caso positivo: è di Prata P.U. Coronavirus, calano i contagi (+416) ma i morti salgono a 111 «Atripalda riparte, riparti da Atripalda»: questa mattina al Comune conferenza stampa per rilanciare il Commercio in città. VIDEO Coronavirus, due i positivi di oggi in Irpinia: Avellino e Gesualdo Coronavirus, in Campania niente alcolici da asporto dopo le 22: bar chiusi all’una Coronavirus, sono 87 le vittime registrate nelle ultime 24 ore: Lombardia maglia nera per i contagi Il Covid Hospital del “Moscati” si svuota: resta solo un paziente positivo ricoverato in Malattie Infettive Fontana, strade, tomba funeraria romana nel degrado ad Atripalda: scatta la denuncia sui social. Foto Coronavirus, nuovo positivo in Irpinia: è di Contrada Coronavirus, calano i morti (+70) e aumentano i guariti (+3.503) ma i contagi restano +593

Locandina sberleffa le deiezioni canine in città

Pubblicato in data: 1/3/2017 alle ore:07:57 • Categoria: Attualità

Una locandina sberleffa contro le deiezioni canine. Nei giorni di Carnevale è comparso in più punti della cittadina del Sabato un volantino che pubblicizza il 1° Torneo denominato “Salta la merda” Patrocinato dal Comune di Caccapalda con tanto di riproduzione della stemma civico di Palazzo di città. L’appuntamento è promosso dall’associazione. «Un torneo ludico gratuito – si legge – gentilmente offerto da padroni maleducati di affettuosi cagnolini. Con la partecipazione attiva – recita ancora la locandina – della Polizia municipale e dell’amministrazione».
Un’iniziativa promossa da cittadini stanchi di fare slalom sui marciapiedi della città per evitare di calpestare gli escrementi canini abbandonati sui marciapiedi da padroni maleducati che non portano con se paletta e bustina per raccogliere  i bisogni dei loro amati quattro zampe da terra. Colpevoli, secondo gli ideatori della locandina, sarebbero gli agenti di polizia municipale e l’amministrazione che non vigilerebbero, contravvenzionando i trasgressori, che non si attengono alle ordinanze comunali emesse. Un gesto di scherno della più volte annunciata, da Palazzo di città, tolleranza zero nei confronti delle deiezioni canine. Un segnale forte per contrastare il vero e proprio attacco al decoro a cui si assiste quotidianamente sui marciapiedi e nelle aiuole da parte dei padroni dei cani, con l’obiettivo certo di far leva sul senso civico dei cittadini,  affinché utilizzino  la stessa cura e amore che hanno nei confronti degli animali anche verso la propria città ed i propri concittadini. 

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Coronavirus, calano i contagi (+416) ma i morti salgono a 111

Coronavirus, calano i contagi (+416) ma i morti sono 111 in un giorno. È questo il dato più importante emerso Read more

«Atripalda riparte, riparti da Atripalda»: questa mattina al Comune conferenza stampa per rilanciare il Commercio in città. VIDEO

«Atripalda riparte, riparti da Atripalda». E’ lo slogan scelto dall’Amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Spagnuolo per rilanciare il Commercio in Read more

Coronavirus, due i positivi di oggi in Irpinia: Avellino e Gesualdo

L’ASL di Avellino comunica che, su 284 tamponi analizzati dall’AORN “Moscati” di Avellino, dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, dall’Istituto di Read more

Coronavirus, in Campania niente alcolici da asporto dopo le 22: bar chiusi all’una

Il presidente della Regione Vincenzo De Luca ha firmato l'Ordinanza n.53 con ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

8 risposte a “Locandina sberleffa le deiezioni canine in città”

  1. pinoverde ha detto:

    messaggio altamente civico con ironia e intelligenza. complimenti!!!!!

  2. Richetto ha detto:

    Abbiamo proprio fatto una fine di m……..da.

  3. FRANCESCO ha detto:

    Posso capire la ” partecipazione attiva della polizia municipale”.Esiste in comune una sola multa per abbandono di deiezioni animali ? Credo di no. Questo è il vero problema. La piazza che è monitorata da telecamere, queste vengono monitorate anche per verificare chi non rimuove le deiezioni? L’ Amministrazione da parte sua, credo abbia fatto tutto quello che era pssibile: cartelli di divieto abbandono deiezioni, cestelli per la raccolta delle deiezioni . COSA AVREBBE DOVUTO FARE DI PIU’?
    Bisogna solo sperare che qualche VIGILE non distratto per l’AUTOVELOX, faccia il suo DOVERE NELLE ZONE URBANE !
    Ci saranno comunque multe da rilevare, ma i concittadini quelli educati e sensibili al vivere civile saranno contenti.
    Comandante GIANNETTA , i cittadini sono fiduciosi di un suo intervento.

  4. vergogna ha detto:

    Se non sbaglio la delega ai vigili urbani è in capo al Sindaco. Per questa ragione i vigili sono un disastro in questa città.

  5. Paolo ha detto:

    Ma secondo voi, la colpa è dei cani??????

  6. Amanda ha detto:

    Verificate anche i numerosi cani randagi ed abbandonati in questo territorio specie il giovedi col mercato parecchi signori dei vicini paesi abbandonano delle povere bestie al loro destino lungo il paese e stie bestiole devono pur cacare o no????

  7. Non c'è la facciamo più. ha detto:

    Date uno sguardo alla base dei lampioni in piazza, via Fiume ecc.ecc, là dove urinano i cani. Siccome l’urina è acido, con il tempo possono creare problemi. Amministratori, fate fare una disinfettazione e fare in modo da non far fare le urine vicino ai pali della luce. Intensificate i controlli con i vigili urbani, sennò assoldate dei vigili di Avellino.

  8. Ugo ha detto:

    Io di cani randagi, non ne vedo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *