alpadesa
  
Flash news:   Giornata della Memoria: per non dimenticare la tragedia della Shoah Passerella ciclopedonale sul fiume Sabato, al via da ieri i lavori conclusivi. Parlano sindaco e delegato: «Un ponte che aiuta a riqualificare il centro urbano di Atripalda». Foto Coronavirus, sono 28 i positivi in Irpinia di oggi su 311 tamponi effettuati Sicurezza cittadina, a 3 settimane dalla bomba carta ad un esercizio commerciale nota di “Idea Atripalda” Furti nei garages di via San Giacomo e altre zone di Atripalda: al via il processo Coronavirus, 38 i positivi oggi su 577 tamponi effettuati in Irpinia Video sorveglianza non ancora attiva ad Atripalda, l’affondo dell’ex assessore Ulderico Pacia: “la giunta riveli i costi e perché sono spente” Vandali ancora in azione, danneggiati due alloggi popolari ad Atripalda Coronavirus, 3 casi positivi ad Atripalda nel bollettino ASL: 91 i contagiati in Irpinia Messa in sicurezza del parcheggio pubblico di via Gramsci ad Atripalda: impegno di spesa per l’affidamento della prestazione del rilievo topografico

Cinquanta commercianti si incontrano e gettano le basi per la nascita di una nuova associazione di categoria in città

Pubblicato in data: 16/3/2017 alle ore:09:40 • Categoria: Attualità

Cinquanta commercianti si incontrano per gettare le basi per la nascita di una nuova associazione di categoria che possa tutelare la vocazione principe della cittadina del Sabato e dialogare con l’Amministrazione attuale e futura. E’ questo il senso dell’incontro svoltosi l’altra sera presso la sede della Pro Loco e che ha visto la partecipazione di una folta rappresentanza di esercenti operanti tra via Roma, piazza Umberto, via Aldo Moro, via Pianodardine e altre zone del centro.
«Abbiamo convenuto, per affrontare le problematiche della categoria, – spiega uno dei promotori Sabino Di Gisi – di creare un gruppo di contatto  che possa dar voce e tutelare il commercio atripaldese».
Le questioni sul tavolo sono tante oltre quelle della crisi economica che sta colpendo il commercio nel Paese e dell’iniziative da poter costruire per arginare il calo delle vendite, anche problematiche più attinenti alla città quale la carenza di parcheggi, i disagi creati dal troppo zelo dei nuovi vigilini con le multe che fioccano in continuazione e altre questioni. Ma anche un miglior approccio e rapporto con l’Amministrazione.
«Noi non vogliamo creare disagi all’Amministrazione comunale – prosegue Di Gisi – ma vogliamo aprire un dialogo. Perciò abbiamo deciso di gettare le basi per dar vita ad un’associazione che ci tuteli, visto che in questo momento in città non ce ne sono più. Conclusasi l’esperienza del Consorzio “Centro Commerciale Naturale di Atripalda” dopo tre anni di attività, di cui ero presidente, anche AssoCia non sembra più esistere oggi. Per cui abbiamo deciso di dare una nuova vitalità al commercio cittadino per affrontare le problematiche che affliggono la categoria anche attraverso la realizzazione di iniziative a sostegno del settore. Siamo pronti perciò a confrontarci e a dialogare con l’Amministrazione presente e futura».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una replica a “Cinquanta commercianti si incontrano e gettano le basi per la nascita di una nuova associazione di categoria in città”

  1. Peppino ha detto:

    Alla grande Presideeee!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *