alpadesa
  
Flash news:   Lavori alla Biblioteca comunale e contrada Fellitto, si ampliano i cantieri ad Atripalda. Foto Coronavirus, nessun caso in Irpinia su 299 tamponi effettuati Coronavirus, quasi raddoppiati i guariti e le vittime in un giorno sono solo 78 Così non va – una fioriera cementata e vuota al posto di un paletto dissuasore in via Appia. Foto Istituto Comprensivo di Atripalda di nuovo nella bufera, la componente genitori scrive al Ds per criticare la Dad e all’Amministrazione: «Chiediamo di assumere le posizioni dovute al ripristino degli equilibri» Coronavirus, un caso a San Potito: 4 in Irpinia. I contagiati salgono a 536 Coronavirus, la Regione rinnova l’invito: “No assembramenti, il virus è ancora presente” Coronavirus, 92 le vittime registrate in un giorno e solo 300 nuovi positivi Flash mob dei piccoli imprenditori e Amministrazione in piazza Umberto per rilanciare il commercio ad Atripalda. Il sindaco: “attività di promozione del nostro territorio”. Foto Riparte il “Farmer Market” ad Atripalda: ieri mattina primo appuntamento dopo mesi di stop. L’assessore Musto: “mercatino in sicurezza”. Foto

La Sidigas Avellino batte nel derby Caserta e chiude al terzo posto. FOTO

Pubblicato in data: 1/5/2017 alle ore:08:23 • Categoria: Avellino Basket

La Sidigas Avellino si aggiudica il derby contro la Juve Caserta e chiude di fatto la pratica ‘terzo posto’. In una gara dalle mille emozioni, i biancoverdi battono i casertani con il punteggio di 79-75. Dopo un primo quarto giocato al di sotto dei propri standard, la truppa di Sacripanti prende il pallino del gioco in mano portandosi avanti nel punteggio. Ottime le prove di Thomas, autore di 18 punti, e Jones che mette a referto una doppia doppia con 12 punti ed 11 rimbalzi.

Parte bene Avellino con Cusin che ruba palla a Watt e va a schiacciare. La partita vive subito un momento di stasi con le due squadre che non riescono a trovare il canestro facilmente; Caserta segna il suo primo canestro dopo tre minuti con Giuri (2-2). Caserta si porta con i canestri di Gadderfors e Putney, ma Cusin dalla lunetta accorcia (4-8). Nonostante le buone trame offensive i biancoverdi fanno fatica a trovare la via del canestro, gli ospiti segnano con Giuri e Putney, mentre per Avellino Jones, entrato al posto di Cusin, segna dalla media distanza (8-14). I bianconeri piazzano un break di 5-0 con Putney e Bostic che segna sulla sirena di fine quarto (8-19).

Il secondo quarto si apre con un canestro di Gaddefors, Avellino piazza un break di 10 – 0 firmato dalla coppia Logan-Jones che riporta la Sidigas a -3, Dell’Agnello è costretto al time out (18-21). La partita vive di strappi e dopo la sospensione sono gli ospiti a piazzare il mini parziale. Gaddefors fa 1/2 dalla lunetta, Berisha segna da tre. La Sidigas non ci sta e con Zerini segna dalla lunga distanza (21-25). Caserta si piazza a zona e la Sidigas ferma il suo attacco, dall’altro lato Berisha si mette in proprio e la Juve allunga. I biancoverdi riportano Avellino in partita con Randolph, Thomas e Ragland (31-33). Nei secondi finali la Sidigas alza l’intensità difensiva e Caserta segna solo dalla lunetta con Bostic che fa 1/2, mentre Thomas pareggia con la tripla (34-34).

Giuri mette subito due punti da dentro, Ragland si sblocca dalla lunga distanza e Jones dalla lunetta realizza un 1/2 e la Sidigas si riporta avanti (38-36). Putney inchioda la schiacciata del pareggio, ma Jones segna 4 punti consecutivi e Dell’Agnello chiama subito time out (42-38). La pressione di Avellino mette in difficoltà l’attacco casertano, ma riesce a trovare il canestro con Putney e Watt. Thomas dalla lunetta segna tre punti e la Sidigas rimane avanti (45-42). Watt segna da dentro l’area, dall’altro lato Bostic commette fallo mandando Thomas in lunetta che non sbaglia. Cusin da sotto va con il tap-in ed Avellino allunga (52-46). I biancoverdi crescono a livello difensivo e in attacco trova i canestri di Thomas, da tre, e Ragland in penetrazione (57-47). Scatto d’orgoglio degli ospiti che segnano prima con Berisha dalla lunga distanza e poi con l’ex Johnson che fa 1/2 dalla lunetta, ma la Sidigas a fine terzo quarto è avanti (57-51).

L’ultimo periodo si apre con una bomba di Zerini, lo segue Green che in penetrazione segna due punti facili, la Sidigas difende forte e in contropiede Logan dà il massimo vantaggio agli irpini e Dall’Agnello chiama time out (64-51). Giuri e Watt con i canestri dalla lunga distanza provano a far rientrare Caserta, ma Randolph con la tripla riporta Avellino a distanza (67-59). Putney si fa fischiare l’antisportivo che Randolph capitalizza, gli ospiti si riportano sotto con i canestri di Gadderfors e Watt (69-65). Gadderfors realizza un 2+1 che riporta a -1 la Juve, Green va a segno con il piazzato e Watt va a schiacciare. Ragland con la tripla ridà 4 punti di vantaggio alla Sidigas (74-70). Giuri segna da dentro l’area, ma il play irpino la chiude dalla lunetta. Avellino vince 79-75.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
La Scandone Avellino piegata da Frata Nardò al PalaDelMauro

La Scandone Avellino piegata da Frata Nardò al PalaDelMauro. Queste le parole di coach De Gennaro dopo la sconfitta casalinga Read more

Stasera porte chiuse per Scandone-Nardò

In ottemperanza alle norme previste dal decreto del 4 marzo 2020 per fronteggiare l’emergenza sanitaria relativa alla diffusione del Covid-19, Read more

Coronavirus, sospese le gare di basket del prossimo turno

La S.S. Felice Scandone Avellino comunica che la Federazione Italiana Pallacanestro, di concerto con la Lega Nazionale Pallacanestro, ha disposto Read more

Brutta sconfitta in casa per la Scandone Avellino contro Geko PSA Sant’Antimo

Ennesima sconfitta per la Felice Scandone Avellino. Al PalaDelMauro finisce 72-96 contro la Geko PSA Sant'Antimo nel campionato di Serie B 2019/2020. Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *