alpadesa
  
sabato 19 ottobre 2019
Flash news:   Mazzette per pilotare sentenze: arrestato il giudice tributario Mauriello e Casimiro Lieto L’amministratore unico Santoli ringrazia i tifosi Atripalda Volley, grande entusiasmo per la presentazione. Il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “vanto per la città”. Foto Pena ridotta in Appello per l’ex assessore comunale Scuole cittadine a rischio, dopo gli avvisi di garanzia non chiuderanno l’”Adamo” e la “Masi”. Il sindaco oggi relaziona al Consiglio d’Istituto straordinario: «Assolutamente nessun rischio chiusura, non c’è elemento nuovo che possa portare a qualcosa di diverso» Al via la stesura del libro sulla XI Edizione del “Torneo Calcistico Stracittadino” del 2011 Scandone sconfitta nel derby casalingo con la Virtus Salerno. Foto Mister Eziolino Capuano si presenta: «Sogno la Serie B con i lupi» Incidente lungo l’Ofantina, auto sbanda e si ribalta Scuola a rischio, nota del sindaco e del delegato ai lavori pubblici: «La doverosa iniziativa della Procura non ci sorprende né ci preoccupa ma stimolo sull’impegno intrapreso»

Atripalda Volleyball, al centro c’è Andrea Silvestri: “Stregato dal progetto importante”

Pubblicato in data: 15/7/2017 alle ore:09:13 • Categoria: Sport, PallavoloStampa Articolo

Arriva un nuovo centrale per l’Atripalda Volleyball che risponde al nome di Andrea Silvestri. L’atleta di Nocera ha sposato il progetto del sodalizio biancoverde senza indugi. Il centrale si rimette in gioco dopo aver subito un infortunio al ginocchio nello scorso anno ma in lui c’è la voglia di fare bene e far si che la squadra sabatina possa disputare un campionato di livello. Nella sua carriera Silvestri ha iniziato con le giovanili del Verditalia, per poi disputare il campionato di serie C con la stessa società vincendo il campionato e giocando qualche anno in serie B. Dopo un passaggio a Nola dove ha vinto di nuovo il campionato di C. Molto contento ed entusiasta del progetto: “Per me è stata una piacevole sorpresa essere stato chiamato ad Atripalda. Non nego che avevo pensato di non giocare più ma parlando con il diesse Clemete Pesa sono stato stregato dal progetto. Non nego che ero stato contattato da altre società come Nocera, Pompei e Marigliano ma con Atripalda ci siamo accordati subito. Un progetto importante che in campania non ce ne sono. Sono davvero contento di iniziare. A farmi innamorare del progetto è stato soprattutto la serietà della società che come organizzazione è da serie A: la voglia di vincere, la presenza di uno staff tecnico, di una squadra e di un allenatore importante”.

Ad Atripalda si ricongiunge il trio con De Prisco e Crispo che fatto le fortune di Nola e Verditalia: “Ritroverò De Prisco e Crispo con cui ho giocato diverse volte, siamo molto affiatati. Abbiamo iniziato a Verditalia, per poi ritrovarci a Nola e poi ora di nuovo tutti insieme ad Atripalda con l’auspicio di fare qualcosa di importante”.

Sugli obbiettivi anche Andrea è chiaro: “Non ci sono obbiettivi al di fuori della vittoria. Abbiamo voglia di vincere dando il massimo facendo del nostro meglio. Non conosco bene tutti gli elementi della nostra squadra ma l’obbiettivo è fare il massimo possibile. Poi si vince e si perde ma questo solo il campo può dirlo”.

 

La mia carriera è iniziata con le giovanile al Verditalia, per poi disputare il campionato di serie C con la stessa società vincendo il campionato e giocando qualche anno in serie B. Dopo un passaggio a Nola dove ha vinto di nuovo il campionato di C.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *