alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, risale il contagio: 194 i positivi in Irpinia, 1 ad Atripalda. Ecco il bollettino dell’Asl Vallone Testa e Fosso Orto di Preti, sopralluogo e richieste di autorizzazione per i due progetti di riqualificazione e di risanamento idrogeologico ad Atripalda. Foto Addio a Diego Armando Maradona, il mondo piange l’ex Pibe de Oro Coronavirus, altri 3 contagiati ad Atripalda e 61 nuovi positivi in Irpinia Francesca Aquino in una lettera racconta le difficoltà per la pandemia dopo l’apertura di un negozio ad Atripalda: «non rinuncio al sogno di fare l’imprenditrice» Spaccia di droga: 40enne di Atripalda dai domiciliari al carcere Tributi non pagati, il Comune di Atripalda si affida per la riscossione coattiva delle entrate tributarie e patrimoniali alla ditta esterna “Gamma Tributi Srl” Autovelox, il comune di Atripalda incassa nuove sconfitte dinanzi al Giudice di Pace di Avellino “25 novembre – giornata mondiale contro la violenza di genere”, l’appello dei Carabinieri: “trovare sempre il coraggio di denunciare” Coronavirus, 206 positivi riscontrati ad oggi ad Atripalda: comunicazione del sindaco

“Fai scendere i tuoi figli che li devo uccidere”: assolto pluripregiudicato atripaldese

Pubblicato in data: 19/9/2017 alle ore:15:38 • Categoria: Cronaca

Nel mese di settembre del 2015 un quarantenne pluripregiudicato della cittadina del Sabato, C.M., era stato denunciato da una signora, sessantenne anche ella di Atripalda, per il reato di minacce aggravate; in particolare secondo l’accusa il quarantenne si era presentato sotto l’abitazione della sessantenne, sita in un popoloso quartiere della cittadina del Sabato, ed aveva minacciato di morte non solo la signora ma anche i figli della stessa, con un grosso coltello. Il pluripregiudicato, infatti, aveva citofonato all’abitazione dell’anziana signora e, brandendo un coltello, aveva proferito all’indirizzo della stessa la seguente frase “Fai scendere i tuoi figli che li devo uccidere”. Dopo l’indagine da parte dei Carabinieri della locale Stazione, il quarantenne era stato tratto a giudizio innanzi al Tribunale Monocratico di Avellino – in persona della dr.ssa Centola – per il reato di minaccia aggravata. A seguito di una lunga istruttoria dibattimentale, in data odierna il quarantenne è stato assolto da tutte le accuse in quanto la difesa, affidata all’avvocato Mauro Alvino, è riuscita a dimostrare che il C.M. al momento del fatto era incapace di intendere e volere.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *