alpadesa
  
sabato 15 maggio 2021
Flash news:   Inquinamento in città, primi piccchi di biossido di azoto rilevati dalla centralina mobile a parco delle Acacie Apre il cantiere alla scuola dell’Infanzia “Pascoli”, alunni trasferiti alla “Collodi”. Foto Polveri sottili, attiva la centralina mobile installata da Arpac a parco delle Acacie. Il direttore Sorvino: “prosegue l’impegno nell’analisi delle problematiche ambientali”. FOTOSERVIZIO Coronavirus: sono 61 gli attuali positivi ad Atripalda Decesso Naccarelli: la perizia medico legale voluta dal Pm chiarisce che fu morte naturale Giro d’Italia, tre irpini domani partecipano al Giro-E CAMPAGNA VACCINALE ANTI-COVID 19, DA DOMANI RICHIAMO A 30 GIORNI PER PFIZER E MODERNA Sosta urbana, in appalto l’acquisto di 38 parcometri e 600 sensori per calcolare i tempi di permanenza delle auto. Sarà automatizzato il parcheggio interrato della villa comunale Inquinamento valle del Sabato: domani conferenza stampa di Arpac e Comune a parco delle Acacie La Domus romana di Abellinum affonda tra l’erba alta, la denuncia dell’archeologa De Simone. Foto

Novellino: «vedo il bicchiere pieno»

Pubblicato in data: 19/9/2017 alle ore:12:20 • Categoria: Avellino Calcio

«Mi sono arrabbiato perché non avremmo dovuto mai concedere nulla al Venezia. Al di là di questo vedo il bicchiere pieno e non mezzo pieno. Abbiamo dimostrato che nonostante i sei cambi sappiamo giocare a pallone. E’ un peccato perché avremmo dovuto sfruttare meglio Castaldo e Morosini. Prendiamo un ottimo punto e sarebbe stato un peccato perdere. Il gruppo ha fame e la gente se n’è accorta».
Al termine della pari questo il commento di Walter Novellino.  «A Cesena l’approccio non mi è piaciuto però poi ha reagito. Senza l’espulsione di Suagher penso che l’avremmo potuta pareggiare. Stiamo lavorando per unire tutti i punti della squadra». Sul turn over: «Ho 22 titolari e non ho avuto nessun problema a lasciare fuori dei ragazzi e mandarne in campo altri. L’approccio di tutti è stato buono e questo mi interessa più di ogni cosa. In dieci giorni ci sono quattro partite e io ho l’obbligo di gestire le energie».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *