alpadesa
  
Flash news:   “Avellino oltre lo sport”, anche quest’anno i disabili irpini fanno sentire la loro voce Un video per riflettere: “Sia sempre 3 dicembre” Coronavirus, mai tanti morti in un solo giorno in Italia: 993 e 23.225 positivi. In Campania 2.295 nuovi contagiati Coronavirus, su 141 nuovi positivi in Irpinia 4 contagi si registrano ad Atripalda Nuova ondata di furti nelle case: cresce la paura tra Atripalda, Cesinali e Aiello del Sabato Coronavirus, l’appello di una mamma al sindaco di Atripalda: «Non riapra le scuole!» “AvelliNoSmog, Centraline contro l’aria inquinata. Subito!”, al via la petizione lanciata da venti associazioni Buon compleanno al nostro fotoreporter Mario D’Argenio Auguri di buon compleanno all’imprenditore Vincenzo Iervolino Consiglio comunale saltato, il gruppo d’opposizione “Noi Atripalda” attacca: «Amministrazione negligente, superficiale e incapace» Viola l’ordinanza di affidamento condiviso delle figlie minori: assolta madre atripaldese

Terzo raid l’altra notte all’edificio dell’Utc in piazzetta Pergola nell’ala che ospita la scuola Adamo. Il sindaco: “Abbiamo installato grate in ferro alle finestre, lavoriamo alla videosorveglianza”

Pubblicato in data: 22/9/2017 alle ore:03:59 • Categoria: Cronaca

Terzo raid l’altra notte all’edificio di piazzetta Pergola che ospita l’Utc. Questa volta il raid è stato posto in essere ai danni del piano terra nell’ala della palazzina che ospita la scuola dell’Infanzia “Nicola Adamo” che dà su via San Giacomo.
Anche questa terza intrusione è stata posta in essere con la stessa modalità: i ladri che entrano dalla finestra dei bagni e poi fuggono via dalle uscite di sicurezza.
Alle prime luci dell’alba ignoti si sono introdotti all’interno della scuola forzando una delle finestre al piano terra. Una volta nell’edificio scolastico hanno asportato un apparecchio telefonico a muro, posto nell’immediate vicinanze dell’ingresso.
Fortunatamente in quel momento transitava in zona una pattuglia dei Carabinieri di Atripalda, che stavano perlustrando l’ufficio Tecnico Comunale e via San Giacomo, richiamati dalle luci accese all’interno. La presenza delle forze dell’ordine hanno messo in fuga i due di cui però si sono perse le tracce. Sono in corso indagini per risalire ai responsabili.
Tre intrusioni in meno di due settimane poste in essere con la stessa modalità che hanno spinto l’Amministrazione comunale a correre ai ripari con l’installazione di grate in ferro alle finestre dei bagni dell’Utc.
«Prontamente abbiamo installato le grate antintrusione alle finestre maggiormente esposte – spiega il sindaco Spagnuolo –. Stiamo andando avanti anche nella predisposizione di un sistema di videosorveglianza pià ampio a salvaguardia degli uffici comunali».
Nel primo episodio di fine agosto i ladri si sono introdotti nell’archivio urbanistico mettendo a soqquadro gli scaffali, alcuni documenti e fascicoli buttati a terra. Nel secondo episodio i ladri sono entrati sempre da una finestra del bagno portando via questa volta però un computer dall’ufficio dell’ingegnere Gianfranco Molinario, in aspettativa fino a fine anno, mentre con una grossa pietra hanno infranto un monitor presente nella stessa stanza.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *