alpadesa
  
Flash news:   Atripalda, scuole chiuse fino al 29 novembre: ecco l’ordinanza del sindaco Verifica e salvaguardia degli equilibri di Bilancio 2020.2022, lunedì 30 novembre torna il Consiglio comunale ad Atripalda Coronavirus, aggiornamento Asl: 148 i positivi in Irpinia, 5 a Atripalda Coronavirus: Atripalda piange la morte di Michele, volontario tra le macerie de L’Aquila 40° anniversario del terremoto, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “Profonda ferita, immensa la volontà e la forza per ripartire” Coronavirus, in Italia superati i 50mila decessi in nove mesi. In Campania 2.158 nuovi contagiati Coronavirus, il sindaco di Atripalda pronto a far slittare la riapertura di Infanzia e prima elementare al 30 novembre 40° anniversario del terremoto in Irpinia, il vescovo Aiello: “Alle 19:34 il suono delle campane delle chiese in memoria delle vittime” Coronavirus, in Campania da mercoledì 25 novembre si torna in classe per l’Infanzia e prime classi della Primaria 40° anniversario del terremoto in Irpinia: i Carabinieri commemorano le vittime del sisma e i caduti dell’Arma. VIDEO

Giullarte 2017, ieri mattina presentazione del Festival nella Sala Consiliare

Pubblicato in data: 23/9/2017 alle ore:02:10 • Categoria: Comune, Cultura

Con la tradizione Parata degli artisti e il taglio del nastro alla presenza del sindaco Giuseppe Spagnuolo ieri sera si è alzato il sipario su Giullarte, il Festival Internazionale di teatro di strada e antichi mestieri giunto alla sua XVIII edizione. Tema di quest’anno è “Ad occhi aperti”, che trasformerà Giullarte in un sogno ad occhi aperti fatto di vecchi ricordi e antichi incanti che il Comune del Sabato realizza grazie al finanziamento di 40mila euro dell’Assessorato al Turismo e Beni Culturali della Regione Campania nell’ambito del programma operativo POC Campania 2014/20. Tutte le esibizioni degli artisti  di strada si svolgeranno stasera e domani nel centro storico di Capo La Torre dalle ore 20 alle 24. Gli spettacoli si divideranno in tre esibizioni al giorno in alcuni dei più importanti luoghi della parte antica della città come piazza Garibaldi, piazza Tempio Maggiore, piazza Di Donato, piazza Municipio e piazza Lanterna. Come da tradizione inoltre domani sera, in Piazza Tempio Maggiore, si terrà l’Ensamble, lo Spettacolo conclusivo di tutti gli Artisti che hanno preso parte alla tre giorni. «E’ innanzitutto il recupero di un momento caratterizzante della città, di aggregazione e di riscoperta del centro storico e della sue potenzialità  – ha illustrato ieri mattina il sindaco Geppino Spagnuolo durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento, svoltasi nella Sala Consiliare -.Un’occasione per far conoscere il patrimonio storico-artistico della città. C’è anche il piacere di vedere tanti atripaldesi impegnati, anche gratuitamente, nell’allestimento del festival. Speriamo che ci sia un risultato che riconosca i meriti a chi sta dando il proprio tempo per la riuscita di questo evento».
La vicesindaco Anna Nazzaro ha spiegato come: «Il festival rappresenta una vetrina d’eccellenza per la città. Speriamo il successo riscosso nelle scorse edizioni » mentre la delegata agli Eventi e Turismo, Antonella Gambale, ha spiegato nei dettagli la kermesse: «Finalmente ci siamo. Giullarte ritorna. Non è più un sogno, diventa realtà. E quest’anno compie diciotto anni. Con poche risorse economiche a con tanto impegno e passione abbiamo lavorato alla realizzazione di questa manifestazione. L’obiettivo è la promozione e valorizzazione del considerevole patrimonio storico, artistico e culturale della città. Inoltre Giullarte rappresenta il luogo giusto per promuovere il territorio e le relazioni  sociali».

Per  il delegato al Commercio Mirko Musto: «Giullarte era prioritaria per la nostra Amministrazione. E così come promesso in campagna elettorale la Giunat ha lavorato per raggiungere tale traguardo. Un’opportunità anche per il commercio. Giullarte non è una sagra ma un Festival di artisti e artigiani. Abbiamo previsto sconti e convenzioni in ristoranti e alberghi per la tre giorni». La Pro Loco curerà visite guidate presso i luoghi sacri della zona e il parco archeologico di Abellinum. «Come Pro Loco ci occuperemo dell’Infopoint, delle visite guidate presso lo Specus Martyrum e il parco archeologico di Abellinum (quest’ultimo previa prenotazione), e infine del punto ristoro – spiega il presidente Lello Labate -. Ci tengo a sottolineare che Giullarte è una manifestazione dedicata agli artisti e all’artigianato, non è una sagra».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *