alpadesa
  
Flash news:   “No alla Fonderia a Pianodardine”, domani mobilitazione ad Avellino Guardia di Finanza, concorso per 66 allievi ufficiali Il Consorzio dei Servizi Sociali A5 apripista in Campania per la misura Itia, l’assessore regionale Lucia Fortini: “stanziati complessivamente 60 milioni di euro”. FOTO “Uno stadio in Rosa” per la gara dei lupi con il Monterosi Blitz di Alto Calore e Carabinieri a contrada Alvanite: scoperti 8 casi di furti d’acqua Sosta a pagamento, la selezione per i quattro ausiliari al traffico accende lo scontro politico È la notte della Super Luna Piena “La crisi del Pd e del Centrosinistra”, dibattito pubblico nella chiesa di San Nicola sabato pomeriggio Lo Stadio Partenio-Lombardi si rifà il look in vista delle Universiadi Progetto “#inacinque”, giovedì al Comune l’assessore regionale alle Politiche sociali Lucia Fortini

Rubò un portafoglio in chiesa, 25enne dai domiciliari finisce in carcere

Pubblicato in data: 11/10/2017 alle ore:17:53 • Categoria: CronacaStampa Articolo

I Carabinieri della Stazione di Atripalda hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Avellino nei confronti di una 25enne di Atripalda già denunciata in stato di libertà perché ritenuta responsabile di furto aggravato.

I fatti risalgono allo scorso mese di febbraio: la giovane, in Atripalda, dopo aver chiesto l’elemosina ad un operaio intento a smontare degli addobbi all’interno della chiesa, veniva da questi gentilmente fatta allontanare ed invitata ad uscire da quel luogo sacro. Quindi, notato il giubbotto dell’uomo poggiato sul bancone, con fare fulmineo si impossessava del portafoglio custodito all’interno della tasca, con all’interno documenti vari e denaro contante. Le successive ed immediate indagini permettevano ai Carabinieri della Stazione di Atripalda di risalire all’identità della giovane: una 25enne di origini Rom residente nella Città del Sabato. Alla luce delle evidenze emerse, per la giovane donna scattava la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo.

La puntuale refertazione all’Autorità Giudiziaria ha fatto scattare l’emissione del provvedimento restrittivo. Successivamente alle formalità di rito svolte in Caserma, per la 25enne, già in regime di detenzione domiciliare per altri reati, si sono aperte le porte della Casa Circondariale di Avellino.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *