alpadesa
  
sabato 05 dicembre 2020
Flash news:   Lavori di disostruzione delle caditoie stradali ad Atripalda contro i continui allagamenti Coronavirus, 5 nuovi contagi ad Atripalda su 55 persone positive in Irpinia Ingiurie e minacce per uno sguardo di troppo lungo via Roma ad Atripalda: assolte due atripaldesi Furto, danneggiamento e spaccio di sostanze stupefacenti: i carabinieri di Atripalda arrestano un 29enne Prove di Natale ad Atripalda al tempo del Covid, i commercianti di via Roma si tassano per le luminarie. Sabato pomeriggio l’Amministrazione accende l’albero in piazza Umberto “Avellino oltre lo sport”, anche quest’anno i disabili irpini fanno sentire la loro voce Un video per riflettere: “Sia sempre 3 dicembre” Coronavirus, mai tanti morti in un solo giorno in Italia: 993 e 23.225 positivi. In Campania 2.295 nuovi contagiati Coronavirus, su 141 nuovi positivi in Irpinia 4 contagi si registrano ad Atripalda Nuova ondata di furti nelle case: cresce la paura tra Atripalda, Cesinali e Aiello del Sabato Coronavirus, l’appello di una mamma al sindaco di Atripalda: «Non riapra le scuole!»

Rimonta choc della Salernitana: l’Avellino cede 2-3 al Partenio. FOTO

Pubblicato in data: 16/10/2017 alle ore:18:17 • Categoria: Avellino Calcio

Derby amarissimo per l’ Avellino che spreca l’occasione di portarsi in testa alla classifica di Serie B facendosi rimontare da una orgogliosa e mai doma Salernitana.
I granata, sotto 2-0 per le reti di Kresic (48′) e Laverone (59′), confezionano nell’ultimo quarto d’ora di gioco la più inaspettata delle rimonte pareggiando i conti con Rodriguez (74′) e Sprocati (80′), autore di una splendida azione personale in area irpina, prima di completare l’opera a unamanciata di secondi dalla fine con Minala.
Dopo una prima frazione senza sussulti (0-0), il derby si accende nella ripresa. L’ Avellino era padrone della gara, ma dopo il doppio
vantaggio si è spento lasciando campo aperto ai granata.
La presunzione, ma soprattutto l’evidente calo fisico e
mentale, hanno giocato un brutto scherzo ai padroni di casa che
al «Partenio-Lombardi» non perdevano con la Salernitana da 23
anni. Tutt’altro registro in casa granata. Bollini, che nel
derby si giocava la panchina, ha dimostrato coraggio, lasciando
in panchina Rosina (determinante quando è subentrato) e
schierando dal primo minuto Cicerelli, e ha incassato la fiducia
dei suoi giocatori.
A fine gara momenti di nervosismo in campo tra i giocatori
delle due squadre a causa del’esultanza ironica di Minala che ha
provocato indicando ripetutamente al pubblico irpino lo stemma
della Salernitana sulla propria maglia e con il dito sulle labbra per zittirlo.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *