alpadesa
  
sabato 28 novembre 2020
Flash news:   “ABC Atripalda Bene Comune” festeggia un anno di attività. Roberto Renzulli: “città nel degrado, l’Amministrazione con ci ascolta” Piantumato l’albero donato al Comune dai giovani di “Idea Atripalda” Il Consorzio A5 a confronto su Donne e Opportunità Coronavirus, i numeri di oggi del contagio in Irpinia: 160 i positivi, 3 ad Atripalda Installazione colonnine per la ricarica auto elettriche ad Atripalda, nominata la commissione giudicatrice per l’apertura delle offerte Coronavirus, risale il contagio: 194 i positivi in Irpinia, 1 ad Atripalda. Ecco il bollettino dell’Asl Vallone Testa e Fosso Orto di Preti, sopralluogo e richieste di autorizzazione per i due progetti di riqualificazione e di risanamento idrogeologico ad Atripalda. Foto Addio a Diego Armando Maradona, il mondo piange l’ex Pibe de Oro Coronavirus, altri 3 contagiati ad Atripalda e 61 nuovi positivi in Irpinia Francesca Aquino in una lettera racconta le difficoltà per la pandemia dopo l’apertura di un negozio ad Atripalda: «non rinuncio al sogno di fare l’imprenditrice»

Il viale d’ingresso del Cimitero sarà riqualificato dall’azienda “Aierbit” e dopo anni torna questo pomeriggio lo storico Corteo del Primo Novembre con il Vescovo di Avellino

Pubblicato in data: 1/11/2017 alle ore:07:30 • Categoria: Attualità

Il viale d’ingresso del cimitero di Atripalda sarà riqualificato da un privato e oggi dopo anni torna lo storico Corteo del Primo Novembre.
II viale centrale, che si presenta in questi giorni parzialmente interdetto al pubblico, sarà interessato a breve da un intervento di riqualificazione dell’importo di 14.579 euro con il rifacimento della pavimentazione. Lavori finanziati da un’azienda privata, la “Aierbit” della famiglia Iervolino specializzata in prodotti per l’edilizia, che ha aderito all’ avviso sulle manifestazioni di interesse per sponsorizzazioni varie che scadrà il prossimo 30 novembre.
«In questi mesi certo non si potevano fare miracoli – spiega il delegato al Patrimonio e al Cimitero, Massimiliano Del Mauro – ma abbiamo avuto la collaborazione di un privato che ci darà un grossa mano e ci consentirà di riparare le parti non abili, ma soprattutto sarà, io mi auguro, un esempio che in tanti decideranno di seguire. Perche compie un gesto generoso che deve farci vedere il rapporto tra privati e  cosa pubblica con occhi diversi. Ci dispiace  non poter mostrare alla cittadinanza già con l’occasione della Commemorazione dei defunti quello che grazie al privato realizzeremo solo  dopo e che faremo a breve,  ma la documentazione da presentare è davvero copiosa e siamo in attesa degli ultimi permessi. Tutto questo sicuramente vorrà dire che per Natale sarà pronto questo lavoro. E sarà quella l’occasione per ringraziare adeguatamente questo nostro concittadino meritevole. Per il resto abbiamo lamentele ma i cittadini sanno bene quali sono le competenze dell’amministrazione comunale rispetto al cimitero e quali sono le competenze di altre associazioni». E  questo pomeriggio torna il Corteo in città, dopo anni di assenza, con la solenne concelebrazione del Vescovo di Avellino, Monsignor Arturo Aiello. Il raduno è fissato per le ore 15 in Piazza Umberto I davanti al Monumento ai Caduti. Al corteo prenderanno parte le istituzioni civili, religiose e militari e si muoverà alle 15.15 verso i cimitero dove, nella chiesetta interna, alle ore 16, sarà celebrata una santa messa. «Al corteo parteciperanno tutte le confraternite, l’associazione reduci combattenti e la filantropia – prosegue Del Mauro -. Colgo l’occasione di invitare tutta la cittadinanza a partecipare». Sul futuro del cimitero infine: «Ci riserviamo nei prossimi anni di migliorare significativamente questo servizio: innanzitutto bisogna  per quello che riguarda i loculi comunali far ripartire il meccanismo della rotazione. Questo vuol dire liberare i loculi occupati da oltre 25 anni. La gente deve sapere che oggi di fatto ad Atripalda non abbiamo loculi. E dobbiamo risolvere questa problema che è un fatto di civiltà. Alla studio c’è anche la possibilità di ampliarlo ma intanto ripristiniamo questa turnazione. Per il momento mi limito a dire ai concittadini che abbiamo organizzato dopo un bel po’ di anni il corteo del primo novembre, una vecchia tradizione atripaldese che rischiava di andare perduta, e credo a memoria che da quando faccio il consigliere comunale negli ultimi dieci anni si è fatto una volta sola nel 2008».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *