alpadesa
  
sabato 28 novembre 2020
Flash news:   “ABC Atripalda Bene Comune” festeggia un anno di attività. Roberto Renzulli: “città nel degrado, l’Amministrazione con ci ascolta” Piantumato l’albero donato al Comune dai giovani di “Idea Atripalda” Il Consorzio A5 a confronto su Donne e Opportunità Coronavirus, i numeri di oggi del contagio in Irpinia: 160 i positivi, 3 ad Atripalda Installazione colonnine per la ricarica auto elettriche ad Atripalda, nominata la commissione giudicatrice per l’apertura delle offerte Coronavirus, risale il contagio: 194 i positivi in Irpinia, 1 ad Atripalda. Ecco il bollettino dell’Asl Vallone Testa e Fosso Orto di Preti, sopralluogo e richieste di autorizzazione per i due progetti di riqualificazione e di risanamento idrogeologico ad Atripalda. Foto Addio a Diego Armando Maradona, il mondo piange l’ex Pibe de Oro Coronavirus, altri 3 contagiati ad Atripalda e 61 nuovi positivi in Irpinia Francesca Aquino in una lettera racconta le difficoltà per la pandemia dopo l’apertura di un negozio ad Atripalda: «non rinuncio al sogno di fare l’imprenditrice»

Atripalda Volleyball, serie C sconfitta a Napoli 3 a 1. Sorride la serie D

Pubblicato in data: 13/11/2017 alle ore:08:41 • Categoria: Pallavolo, Sport

Doveva essere la gara del riscatto per l’Atripalda Volleyball in serie C ed invece è arrivata una nuova sconfitta in una gara che ha visto la squadra di Colarusso sempre a rincorrere e a non riuscire quasi mai ad entrare in partita. Molti gli errori degli atripaldesi a cui non è bastata la buona prova di Esposito. Colarusso ha dovuto fare nuovamente a meno di Roberto D’Angelo per un problema alla schiena e a ha confermato la squadra di domenica scorsa con De Prisco e Zaccaria a formare la diagonale di attacco, Di banda Esposito e De Palma, al centro Silvestri e Ciardiello, libero Crispo. Già in avvio si è capito che sarebbe stata una giornata difficile. Pronti via subito tre errori consecutivi che portano i padroni di casa sul 3 a 0. Poi gli errori si sono susseguiti l’uno dopo l’altro e hanno permesso alla Sacs di controllare agevolmente il set e chiudere per 25 a 17. Secondo set che vede dominare sempre la squadra partenopea che riesce ancora a portarsi avanti con dei brek di vantaggio ma sul 23 a 18 per la Sacs i biancoverdi riescono ad avere uno scatto d’orgoglio portandosi sul 24 pari ma a quel punto sono i napoletani che hanno lo scatto finale e chiudono 26 a 24. Nel terzo set sembra cambiare qualcosa con Atripalda decisa a riscattarsi e riesce a stare attaccata agli avversari portandosi avanti comandando il gioco e chiudendo il set con il punteggio di 25 a 22. Nel quarto set, invece, sembra di rivedere l’ultimo set con Pozzuoli: squadra assente che non reagisce e si trova ben otto punti dagli avversari in un set nel quale bisognava dare il tutto per tutto. La Sacs ringrazia e chiude il set con il punteggio di 25 a 20. Ora un’altra settimana dura attende i ragazzi biancoverdi che dovranno analizzare le cause delle sconfitte che ora iniziano ad essere tante contro squadre sulla carta inferiori e reagire immediatamente domenica in casa contro Nola.
Intanto sorride la serie D di De Palma che riscatta prontamente nell’esordio casalingo contro il San Marco a Cancello, la squadra atripaldese batte infatti i casertani con il netto punteggio di 3 a 0. La squadra si è mostrata subito concentrata limitando gli errori e disputando un ottima gara e fa ben sperare vista la crescita progressiva dei ragazzi. Questi i punteggi dei set: 27 a 25, 26 a 24 e 25 a 21.
Vittoria anche per quanto riguarda il settore giovanile che batte IVOC nella palestra di Solopaca con il punteggio di 3 a 0 portandosi in testa al girone a punteggio pieno con 6 punti.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *