alpadesa
  
Flash news:   “Avellino oltre lo sport”, anche quest’anno i disabili irpini fanno sentire la loro voce Un video per riflettere: “Sia sempre 3 dicembre” Coronavirus, mai tanti morti in un solo giorno in Italia: 993 e 23.225 positivi. In Campania 2.295 nuovi contagiati Coronavirus, su 141 nuovi positivi in Irpinia 4 contagi si registrano ad Atripalda Nuova ondata di furti nelle case: cresce la paura tra Atripalda, Cesinali e Aiello del Sabato Coronavirus, l’appello di una mamma al sindaco di Atripalda: «Non riapra le scuole!» “AvelliNoSmog, Centraline contro l’aria inquinata. Subito!”, al via la petizione lanciata da venti associazioni Buon compleanno al nostro fotoreporter Mario D’Argenio Auguri di buon compleanno all’imprenditore Vincenzo Iervolino Consiglio comunale saltato, il gruppo d’opposizione “Noi Atripalda” attacca: «Amministrazione negligente, superficiale e incapace» Viola l’ordinanza di affidamento condiviso delle figlie minori: assolta madre atripaldese

La Sidigas Scandone Avellino batte i campioni d’Italia della Reyer Venezia. FOTO

Pubblicato in data: 2/12/2017 alle ore:20:55 • Categoria: Avellino Basket

Dopo l’entusiasmante vittoria contro Milano, la Sidigas Scandone Avellino batte i campioni d’Italia della Reyer Venezia conquistando il secondo posto in classifica. Ancora una volta c’è voluto un supplementare per chiuderla, dopo l’ennesimo finale thrilling: anche stasera il merito è di capitan Leunen con il solito passaggio da quarterback, che stavolta viene raccolto da Rich a due secondi dalla fine per il pareggio. Nel supplementare è uno show del numero 25 che, nonostante il lutto che recentemente lo ha colpito, ne mette a segno 9 nell’overtime sui 29 totali messi a referto.

Parte bene Avellino: Rich segna da dentro l’area mentre Wells mette due punti in arretramento. Venezia risponde prontamente con 4 punti consecutivi di Haynes. La Sidigas piazza il break di 6-0: Wells e Rich realizzano la schiacciata mentre Leunen segna da 6 metri (10-4). Contro break ospite con Johnson e Bramos che segnano dalla lunga distanza (12-12). I biancoverdi alzano l’intensità difensiva bloccando l’attacco veneziano, dall’altro lato del campo invece entra Fesenko che si presenta subito alla sua maniera; Filloy e Rich vanno a segno da dentro l’area e De Raffaele è costretto al time-out (18-12). Entra Biligha per la Reyer mettendo a segno 4 punti consecutivi ma Filloy spezza il break con una tripla (21-16). Scrubb fa 1/2 dalla lunetta e la Sidigas è avanti di 6 al 10’ (22-16).

Zerini mette due punti da dentro l’area servito magistralmente da Ortner, Bramos segna dai 6,75 mentre Filloy fa 2/2 dalla linea della carità (26-19). Watt e Orelik realizzano da sotto mentre Scrubb ristabilisce le distanze da tre. Ancora il numero 12 veneziano segna 3 punti e Sacripanti chiama time out (29-26). Sul parquet ritorna Rich e subito si costruisce un parziale di 4-0 che porta gli irpini a +7 (33-26). Venezia si mette a zona e Avellino blocca per un attimo il suo attacco: dopo due punti di Cerella è ancora Rich a realizzare (35-28). Wells nel pitturato segna appoggiando al vetro, risponde Peric da sotto ma Filloy da il +9 dalla media distanza (39-30).

Il terzo quarto si inaugura con il 2/2 ai liberi di Rich. Dall’altra parte del campo Venezia mette a segno 8 punti di fila grazie ad Orelik in penetrazione e alla tripla di Bramos e quella di Orelik (41-38). N’Diaye spezza il break andando a segno da dentro l’area ma gli ospiti realizzano ancora da tre con Haynes con Sacripanti costretto al time-out (43-41). Dopo la sospensione la Sidigas ricomincia a macinare gioco e punti grazie a Wells che prima segna da sotto e poi va a schiacciare in contropiede (47-41). Dopo la schiacciata di N’Diaye la Reyer segna 5 punti consecutivi, frutto di due liberi di Orelik e la tripla di Haynes (49-46). Filloy fa 1/2 come Peric, Bramos segna dai 6 metri mentre Wells chiude il quarto da dentro l’area (54-49).

L’ultimo periodo si apre con un 2+1 di Peric. La Sidigas però ristabilisce le distanze con due liberi di Rich (56-52). Ortner segna da sotto dopo il -1 veneziano ad opera di De Nicolao. Leunen segna da dentro l’area ed Orelik pareggia da tre (60-60). Watt segna tre punti consecutivi e si porta avanti costringendo Sacripanti al time-out (60-63). Torna Fesenko che prima fa 2/2 e poi va a schiacciare. Watt fa bottino pieno dalla lunetta ma Filloy con la tripla riporta avanti la Sidigas (66-65). La Reyer si riporta avanti con i liberi: Watt fa 1/2, Jonhson 3/3. Fesenko con la schiacciata riporta a -1 Avellino (68-69). Jonhson ancora dalla linea della carità fa 1/2 mentre Rich a 2” dal termine su assist di Leunen, come a Milano, manda le squadre all’overtime (70-70).

È Fesenko ad aprire il supplementare con due liberi. Watt sbaglia e Rich fa 2/2 dalla lunetta (74-70). Il numero 25 biancoverde in trance agonista non sbaglia più, mentre Wells ruba palla e schiaccia in contropiede con De Raffaele che chiama time-out (78-70). Ancora Rich che, con 5 punti consecutivi, mette 9 punti di distanza tra le squadre mentre Venezia segna solo grazie a Jonhson. La schiacciata di Wells mette la parola fine alla gara: Avellino batte Venezia 87-77.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *