alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, il bollettino di oggi: 91 i positivi in Irpinia, 4 ad Atripalda. 1102 i tamponi effettuati Coronavirus, 218 contagi totali e 155 attualmente positivi ad Atripalda: le raccomandazioni del sindaco Spagnuolo Coronavirus, il bollettino di oggi dell’Asl: 89 i positivi, 4 ad Atripalda L’ex sindaco Andrea De Vinco propone la cittadinanza onoraria per l’immunologo americano Anthony Fauci di origini atripaldesi Coronavirus, il cordoglio del sindaco di Atripalda Spagnuolo per il secondo decesso Coronavirus, secondo decesso ad Atripalda: morto un 64enne ricoverato al Moscati Coronavirus, 5 nuovi positivi ad Atripalda e 126 contagiati in Irpinia Coronavirus, scuole chiuse ad Atripalda fino al 7 dicembre Coronavirus, fino al 7 dicembre confermata la didattica a distanza dalla seconda classe della scuola primaria. A breve l’ordinanza della regione “ABC Atripalda Bene Comune” festeggia un anno di attività. Roberto Renzulli: “città nel degrado, l’Amministrazione non ci ascolta”

Visita guidata al torronificio ‘Di Iorio’ per i bambini della scuola di Atripalda

Pubblicato in data: 12/12/2017 alle ore:20:06 • Categoria: Attualità, Comune

I bambini della scuola di Atripalda questa mattina hanno visitato la storica azienda dolciaria ‘Di Iorio’. (foto di Antonio Cucciniello). Gli alunni delle classi terze della scuola primaria, dell’Istituto comprensivo ‘De Amicis-Masi’, sono stati rapiti dalla bravura e dai racconti dei maestri artigiani del torronificio di Montemiletto. L’evento è stato organizzato dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Spagnuolo in collaborazione con la dirigente Rita Melchionne e i docenti dell’Istituto atripaldese

Una visita guidata per scoprire come si fa il torrone tipico delle nostre zone, il procedimento artigianale di preparazione e il confezionamento dei tanti prodotti dolciari. Durante il percorso didattico all’interno del laboratorio, i bambini hanno toccato con mano i tanti dolciumi appena sfornati, hanno ascoltato con molta attenzione il racconto del titolare Gianni Festa sui metodi di lavorazione, in un clima festoso ed allegro. I bambini sono stati coinvolti in un percorso sensoriale con assaggio delle materie prime e delle tante specialità dell’azienda, torroni morbidi e friabili, tanto cioccolato, frutta candita e praline. «Vogliamo far conoscere ai bambini, che rappresentano il futuro di questa Provincia, i profumi e le produzione artigianali della nostra terra, gli ingredienti e i profumi locali», ha raccontato il titolare Gianni Festa. Ad accompagnare i bambini insieme alle loro docenti, c’erano il vicesindaco con delega alla pubblica istruzione Anna Nazzaro, il consigliere delegato al Commercio e all’Annona Mirko Musto e la consigliera Antonella Gambale. «Questa iniziativa ha consentito agli alunni – ha dichiarato il vicesindaco Anna Nazzaro – di confrontarsi in maniera diretta e tangibile con le eccellenze del nostro territorio. Un ringraziamento particolare va alla dirigente Rita Melchionne e a tutti i docenti, per avere accolto la proposta e per la disponibilità mostrata in questi mesi». «E’ stato davvero bello ed emozionante partecipare alla visita insieme ai bambini, che hanno mostrato interesse e tanta curiosità», ha affermato la consigliera Antonella Gambale. Per il consigliere Mirko Musto: «E’ stata un’esperienza formativa e di crescita per i più piccoli. Un’esperienza assolutamente da ripetere perché è importante far conoscere alle nuove generazioni la ricchezza della nostra Provincia, che è fatta soprattutto di piccole e medie aziende che lavorano per la valorizzazione delle eccellenze del nostro territorio».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *