alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, 5 nuovi contagi ad Atripalda su 55 persone positive in Irpinia Ingiurie e minacce per uno sguardo di troppo lungo via Roma ad Atripalda: assolte due atripaldesi Furto, danneggiamento e spaccio di sostanze stupefacenti: i carabinieri di Atripalda arrestano un 29enne Prove di Natale ad Atripalda al tempo del Covid, i commercianti di via Roma si tassano per le luminarie. Sabato pomeriggio l’Amministrazione accende l’albero in piazza Umberto “Avellino oltre lo sport”, anche quest’anno i disabili irpini fanno sentire la loro voce Un video per riflettere: “Sia sempre 3 dicembre” Coronavirus, mai tanti morti in un solo giorno in Italia: 993 e 23.225 positivi. In Campania 2.295 nuovi contagiati Coronavirus, su 141 nuovi positivi in Irpinia 4 contagi si registrano ad Atripalda Nuova ondata di furti nelle case: cresce la paura tra Atripalda, Cesinali e Aiello del Sabato Coronavirus, l’appello di una mamma al sindaco di Atripalda: «Non riapra le scuole!» “AvelliNoSmog, Centraline contro l’aria inquinata. Subito!”, al via la petizione lanciata da venti associazioni

Si sblocca l’installazione dell’autovelox sulla Variante 7bis dopo lo stop: ok da Prefettura e Polstrada

Pubblicato in data: 10/3/2018 alle ore:09:30 • Categoria: Attualità

Si sblocca l’installazione dell’autovelox sulla Variante 7bis. Dopo lo stop dello scorso anno ai due impianti voluti dall’ex amministrazione di Paolo Spagnuolo per fare cassa e far quadrare il Bilancio previsionale, e riconfermati nella scelta dalla nuova forza di governo, si apre una settimana decisiva per la loro entrata in funzione.
I due impianti, di cui uno già installato, la scorsa estate avevano incassato parere negativo della Polstrada di Avellino e della Prefettura che nei fatti ne aveva impedito l’entrata in funzione.
L’amministrazione del neo sindaco Geppino Spagnuolo ha dovuto rimettere così mano all’iter e al progetto di installazione, ricercando una nuova ubicazione.
L’Utc coordinato dall’assessorato al ramo, guidato da Mirko Musto, ha lavorato per mesi per provare a superare tale parere negativo, individuando una nuova ubicazione che potesse ottenere il via libera di Prefettura, Polstrada e Anas. Si è ripartati proprio da Palazzo di Governo dove si sono svolte diverse riunioni per poi avere incontri anche con la Polstrada. E alla fine questa nuova ubicazione è stata individuata, ottenendo così i pareri sperati.
Nei giorni scorsi l’Amministrazione ha presentano l’intero incartamento, forte dei due pareri favorevoli incassati, all’Anas che dovrà così imprimere il definito via libera all’installazione.
Via libera che dovrebbe arrivare la prossima settimana così da consentire di procedere allo spostamento del primo dei due impianti.
La mancata entrata in funzione della strumentazione elettronica che rileva la velocità delle auto e sanziona quelle che superano i limiti di velocità è stata legata alla loro ubicazione.
Il primo apparecchio, costato 9.760 euro, è stato installato lo scorso anno all’altezza dell’ex mobilificio Moschella  in direzione Avellino Est, mentre il secondo doveva essere montato, sul versante opposto, prima dello svincolo per il raccordo Av-Sa in direzione Avellino Ovest.

Il limite sulla strada statale è di 70 km/h e i due autovelox sarebbero stati tarati ad una velocità di 76 Km/h. Ma la loro ubicazione, nei pressi di una curva, avrebbe generato problemi di sicurezza e ne avrebbe inficiato la funzionalità in quanto se il Comune si fosse avventurato nel loro immediato funzionamento, gli automobilisti sanzionati avrebbero potuto facilmente richiedere l’annullamento dei verbali visto il doppio parere negativo espresso da Polstrada e Prefettura che avevano sollevato criticità per la scarsa visibilità che emergeva rispetto alla posizione scelta.
La nuova ubicazione richiederà un’adeguata segnaletica e il rifacimento del guard-rail.
Con i due apparecchi, l’attuale amministrazione punterà a far quadrare il Bilancio di Previsione pluriennale, in quanto a regime dovrebbero garantire un gettito nelle casse comunali di circa quattro milioni di euro all’anno.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

2 risposte a “Si sblocca l’installazione dell’autovelox sulla Variante 7bis dopo lo stop: ok da Prefettura e Polstrada”

  1. Un cittadino ha detto:

    Vergogna.

  2. antony ha detto:

    il mio parere sull’ installazione degli autovelox è negativo…pensassero a mettere apposto il manto stradale che è pieno di buche, sulla prima corsia da avellino est in direzione avellino ovest, la prima corsia, soprattutto nel primo tratto è tutta fossi…poi il limite è troppo basso per quella strada, oltre a far camminare con la quarta marcia gli automobilisti su una superstrada, le auto in quelle condizioni di marcia consumano di più e durano anche di meno…calcolate una macchina di piccola cilindrata già soffrirebbe in quinta marcia a 70 km/h figuriamoci una di media cilindrata, quindi l’ automobilista, nel caso fossero messi questi autovelox, dovrebbe scegliere tra il far soffrire il motore o il consumare di più e non è corretto…tra l’ altro mi sembra di leggere che gli autovelox saranno montati anche per il bilancio previsionale, beh mi sorge una domanda spontanea: e dovremmo provvedere noi automobilisti a far quadrare bilanci di altri?? facessero le cose fatte bene loro invece di colmare i loro stessi mancati guadagni aspettando che un automobilista superi anche di poco il limite di velocità…ironicamente, anzi, sarcasticamente penso che io che personalmente non abito ad atripalda perchè dovrei contribuire al suo bilancio comunale solo passandoci?? scherzi a parte, tralasciando la parte ironica del mio commento, la soluzione sarebbe sensata solo se mettessero la strada e se aumentassero i limiti di velocità di 10 km/h almeno per compensare la salute delle macchine, i consumi e perchè no, anche il bilancio punendo chi veramente sarebbe un pericolo…punire chi invece di andare a 70 km/h va ad 80/85 km/h non lo trovo tanto corretto, perchè seppur 10/15 km/h in più fanno molto, 80 km/h su quella strada non sono un pericolo, poi se un automobilista procede lì a 100/110 km/h allora lì sarei d’ accordo, non sarebbe eccessivo ma neanche tanto sicuro procedere su quella strada a velocità superiore ai 90 km/h…se si vuole prendere una soluzione, che si prenda in maniera corretta, altrimenti vengono puniti anche automobilisti che hanno una guida giusta e rispettosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *