alpadesa
  
Flash news:   Lesioni e cornicioni a rischio crollo, intervento dei Vigili del Fuoco con Utc e Polizia municipale a Palazzo Piarulli ad Atripalda.FOTO Inchiesta scuole, il sindaco relaziona per quasi un’ora dinanzi al Consiglio di Istituto della “De Amicis-Masi”. La ds Carbone: «Siamo fiduciosi del lavoro svolto dalla Procura e attendiamo gli esiti». FOTO Domani al Parco Avventura percorso di Neuroeducazione ed Educazione Emozionale Mazzette per pilotare sentenze: arrestato il giudice tributario Mauriello e Casimiro Lieto L’amministratore unico Santoli ringrazia i tifosi Atripalda Volley, grande entusiasmo per la presentazione. Il sindaco Giuseppe Spagnuolo: “vanto per la città”. Foto Pena ridotta in Appello per l’ex assessore comunale Scuole cittadine a rischio, dopo gli avvisi di garanzia non chiuderanno l’”Adamo” e la “Masi”. Il sindaco oggi relaziona al Consiglio d’Istituto straordinario: «Assolutamente nessun rischio chiusura, non c’è elemento nuovo che possa portare a qualcosa di diverso» Al via la stesura del libro sulla XI Edizione del “Torneo Calcistico Stracittadino” del 2011 Scandone sconfitta nel derby casalingo con la Virtus Salerno. Foto

Serie C, l’Atripalda Volleyball si ferma sul più bello: sconfitta a Pozzuoli nel big match

Pubblicato in data: 15/3/2018 alle ore:18:05 • Categoria: Sport, PallavoloStampa Articolo

Si ferma a 10 vittorie la serie positiva dell’Atripalda Volleyball che delude proprio nel match più importante: quello con il Rione Terra. La squadra di Colarusso è apparsa stanca  e poco incisiva al contrario degli avversari scesi in campo decisi e concentrati. Una sconfitta che è maturata soprattutto per la scarsa incisività dell’attacco atripaldese. Equamente distribuite le palle dal palleggiatore De Prisco ma nessuno è riuscito a dare la scossa alla squadra. In difesa decisivi gli aces subiti nei momenti importanti della gara. Poi per quanto riguarda gli avversari Palumbo e Riccio hanno fatto quello che volevano senza che gli atripaldesi riuscissero a contenerli. Un’occasione persa per i sabatini ma nulla è perduto perchè il campionato è ancora lungo e tutto è possibile. Colarusso schiera in campo la formazione tipo con rientrante D’Angelo che riprende il suo posto in posto 4, affiancato da De Palma. Al centro Silvestri e Ciardiello, opposto Zaccaria e libero Del Gaizo con De Prisco palleggiatore. Partita in avvio a senso unico con Rione Terra concentrata su tutti i palloni senza che Atripalda riesca a reagire e si portano sul 18 a 7. Qui c’è uno scatto d’orgoglio di De Palma e compagni che con una gran rimonta si portano a due lunghezze sul 20 a 18 ma qui un break di cinque a a zero consegna il set ai padroni di casa con il punteggio di 25 a 18. Nel secondo set atripalda sembra essere in partita e con la squadra meglio in campo sembrano li li per scappare ma Rione Terra tiene botta e nel finale cala l’allungo decisivo chiudendo 25 a 19. Nel terzo set stesso copione con Atripalda sempre ad inseguire gli avversari che non concedono nulla e chiudono 25 a 21. Per i sabatini una brutta botta ma che si potrà prontamente riscattare domenica prossima quando alla palestra Adamo ci sarà il Sacs Napoli.

Se la serie C perde la serie D vola. La squadra di De Palma e Masucci espugna al tie break Benevento e conquista matematicamente l’accesso ai play off promozione. Un grande risultato quello raggiunto da Spina e compagni che ora saranno arbitri della promozione. Infatti dovranno affrontare le due battistrada del girone c: Olimpica e Volley World. Si inizia subito mercoledì alle ore 21 quando il Volley World farà visita ai biancoverdi nel recupero di campionato.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *