alpadesa
  
Flash news:   Coronavirus, il bollettino di oggi: 91 i positivi in Irpinia, 4 ad Atripalda. 1102 i tamponi effettuati Coronavirus, 218 contagi totali e 155 attualmente positivi ad Atripalda: le raccomandazioni del sindaco Spagnuolo Coronavirus, il bollettino di oggi dell’Asl: 89 i positivi, 4 ad Atripalda L’ex sindaco Andrea De Vinco propone la cittadinanza onoraria per l’immunologo americano Anthony Fauci di origini atripaldesi Coronavirus, il cordoglio del sindaco di Atripalda Spagnuolo per il secondo decesso Coronavirus, secondo decesso ad Atripalda: morto un 64enne ricoverato al Moscati Coronavirus, 5 nuovi positivi ad Atripalda e 126 contagiati in Irpinia Coronavirus, scuole chiuse ad Atripalda fino al 7 dicembre Coronavirus, fino al 7 dicembre confermata la didattica a distanza dalla seconda classe della scuola primaria. A breve l’ordinanza della regione “ABC Atripalda Bene Comune” festeggia un anno di attività. Roberto Renzulli: “città nel degrado, l’Amministrazione non ci ascolta”

La Sidigas si arrende a Milano solo nel finale

Pubblicato in data: 26/3/2018 alle ore:18:26 • Categoria: Avellino Basket

Niente da fare la per la Sidigas Scandone Avellino. Gli irpini tengono testa all’EA7 Milano ma escono sconfitti 75-82. I biancoverdi restano in vantaggio per gran parte del match, ma nell’ultimo quarto la qualità e la profondità del team milanese hanno avuto la meglio sulla squadra di Pino Sacripanti.

Parte forte la Sidigas con la coppia Fesenko-Rich, mentre dall’altro lato è Kuzminskas a segnare la tripla (6-3). Tarzczewski segna da sotto, ma è ancora Avellino con Leunen ad andare a segno. Filloy piazza la tripla del +6 e Pianigiani chiama subito sospensione (11-5). Cinciarini segna da tre, Scrubb risponde alla stessa maniera. Milano prova a ritornare sotto con la coppia Gudaitis-Kuzminskas, ma è ancora il numero 11 irpino a realizzare in penetrazione (16-13). Scrubb concretizza un 2+1, mentre Gudaitis fa 2/2 (19-15).

Fesenko fa 1/2, gli ospiti vanno a segno con Bertans e Pascolo. Rich va a realizzare in sospensione, mentre Abass in tap-in riporta a -1 Milano, con Sacripanti che chiama time out (22-21). Gudaitis segna dal pitturato due volte, ma D’Ercole con la tripla mantiene avanti la Sidigas. Fesenko fa 2/2 e porta a +4 Avellino (29-25). Fesenko fa 1/2, mentre Micov con la tripla riporta a -1 l’Armani. Rich segna da dentro l’area, mentre Fitipaldo dalla lunetta realizza solo un libero (35-31). Il centro irpino è un enigma per la difesa ospita e realizza da sotto. Cusin concretizza un 2+1, ma Avellino è ancora avanti (37-34).

Al ritorno dall’intervallo lungo sono le scarpette rosse a partire forte e con Goudelock si portano avanti. Wells si sblocca segnando 4 punti consecutivi che riportano a +3 la Sidigas (41-38). Fesenko e Rich segnano da dentro l’area ma le triple di Goudelock tengono l’Armani a contatto (47-44). Gudaitis segna dal pitturato, ma è ancora Wells a fare 2/2 (49-46). Botta e risposta tra Gudaitis e Wells, ma è Fitipaldo con la penetrazione a tenere avanti la Sidigas (53-50). Parziale ospite di 4-0 che dà il vantaggio a Milano, ma Wells pareggia dalla lunetta (54-54). Avellino è in bonus e Milano ne approfitta con Tarczewski che non sbaglia (54-57).

L’ultimo quarto si apre con la tripla di Scrubb che pareggia, ma Micov e Jerrells tengono avanti Milano (57-62). Scambio di triple tra Rich e Pascolo, il numero 25 irpino fa 1/2 e tiene Avellino a contatto (61-65). Parziale ospite di 4-0 con Jerrells e Tarczewski e Sacripanti chiama sospensione (61-69). L’EA7 prova a scappare grazie ai canestri di Jerrells, ma Rich prova a a non far scappare gli ospiti (68-77). Avellino ci prova fino alla fine con Wells che segna dalla lunga distanza, ma Milano batte la Sidigas 75-82.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *