alpadesa
  
Flash news:   “Avellino oltre lo sport”, anche quest’anno i disabili irpini fanno sentire la loro voce Un video per riflettere: “Sia sempre 3 dicembre” Coronavirus, mai tanti morti in un solo giorno in Italia: 993 e 23.225 positivi. In Campania 2.295 nuovi contagiati Coronavirus, su 141 nuovi positivi in Irpinia 4 contagi si registrano ad Atripalda Nuova ondata di furti nelle case: cresce la paura tra Atripalda, Cesinali e Aiello del Sabato Coronavirus, l’appello di una mamma al sindaco di Atripalda: «Non riapra le scuole!» “AvelliNoSmog, Centraline contro l’aria inquinata. Subito!”, al via la petizione lanciata da venti associazioni Buon compleanno al nostro fotoreporter Mario D’Argenio Auguri di buon compleanno all’imprenditore Vincenzo Iervolino Consiglio comunale saltato, il gruppo d’opposizione “Noi Atripalda” attacca: «Amministrazione negligente, superficiale e incapace» Viola l’ordinanza di affidamento condiviso delle figlie minori: assolta madre atripaldese

Al via i lavori per la realizzazione del parcheggio a pagamento a servizio dell’Asl di via Manfredi: da giovedì l’area sarà offlimits per venti giorni all’utenza del distretto

Pubblicato in data: 28/3/2018 alle ore:09:00 • Categoria: Attualità

Al via i lavori per la realizzazione del parcheggio pubblico a pagamento a servizio dell’Asl di via Manfredi, l’area sarà offlimits per circa venti giorni all’utenza del distretto.
Il piazzale, di proprietà della famiglia di costruttori Palma, finora utilizzato per la sosta gratuita, sarà interessato da un intervento per realizzare le strisce blu. E’ stato installato l’avviso che recita “A partire da giovedì 29 marzo 2018 inizieranno i lavori di automazione del parcheggio. Pertanto l’area sarà cantierizzata e l’acceso veicolare sarà consentito ai soli dipendenti dell’Asl e ai diversamente abili”.
Alla base la firma di una convenzione tra la famiglia Palma e il Comune, così come previsto dal Prg, che prevede una tariffa di 50 centesimi all’ora o frazione di essa. Un parcheggio ad uso pubblico a servizio degli uffici sanitari con 100 posti da adibire a tariffa oraria, altri 50 riservati ai dipendenti dell’Asl che resteranno gratuiti insieme ai tre posteggi  per i diversamente abili. Per regolamentare la sosta a pagamento saranno installate due sbarre automatizzate, una all’ingresso e un’altra all’uscita dell’area di sosta nonché una cassa automatica.
«Se il tempo sarà favorevole ci  vorranno una ventina di giorni lavorativi – illustra l’ingegner Francesco Palma -.  Saranno installate due colonnine, una all’ingresso e una all’uscita con le relative sbarre munite di cassa automatica. Un impianto del costo di circa 100mila euro. Il conducente una volta ritirato il ticket all’ingresso entra e parcheggia l’auto. Il costo è di 50 centesimi all’ora o frazione di essa per gli automobilisti. Per il momento non sono previste agevolazioni, vogliamo prima monitorarne il flusso. Per il primo mese non si pagherà il servizio di sosta  in modo che gli utenti possano abituarsi e capire come funziona il nuovo servizio dovendo comunque ritira il biglietto all’ingresso e poi obliterarlo alla cassa automatica prima di uscire. Solo dopo passeremo all’effettivo pagamento».
Nelle ore di maggiore traffico ci sarà un dipendente a servizio dell’area di sosta dalle ore 8 alle 14.
«Il parcheggio sarà a pagamento h24 ed è stata una scelta dettata dalla necessità di salvaguardare la proprietà dell’area che rischiavamo di perdere per usucapione.  Per  anni sull’area  abbiamo pagato e continuiamo a pagare Tasi, Tari, Imu e Ires più la manutenzione ordinaria e straordinaria. Tant’è che ora dovremo rifare anche il manto d’asfalto, intervento che ci costerà circa 50mila euro. Speriamo di rientrare nelle spese.  Il comune si ritroverà alla fine un’area a parcheggio continuando a riscuotere le tasse e scrollandosi completamente dall’aggravio dei costi di manutenzione».

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *