alpadesa
  
Flash news:   “Avellino oltre lo sport”, anche quest’anno i disabili irpini fanno sentire la loro voce Un video per riflettere: “Sia sempre 3 dicembre” Coronavirus, mai tanti morti in un solo giorno in Italia: 993 e 23.225 positivi. In Campania 2.295 nuovi contagiati Coronavirus, su 141 nuovi positivi in Irpinia 4 contagi si registrano ad Atripalda Nuova ondata di furti nelle case: cresce la paura tra Atripalda, Cesinali e Aiello del Sabato Coronavirus, l’appello di una mamma al sindaco di Atripalda: «Non riapra le scuole!» “AvelliNoSmog, Centraline contro l’aria inquinata. Subito!”, al via la petizione lanciata da venti associazioni Buon compleanno al nostro fotoreporter Mario D’Argenio Auguri di buon compleanno all’imprenditore Vincenzo Iervolino Consiglio comunale saltato, il gruppo d’opposizione “Noi Atripalda” attacca: «Amministrazione negligente, superficiale e incapace» Viola l’ordinanza di affidamento condiviso delle figlie minori: assolta madre atripaldese

L’Avellino crolla in otto minuti: col Parma non basta Asencio

Pubblicato in data: 31/3/2018 alle ore:17:45 • Categoria: Avellino Calcio

Non riesce la rimonta all’Avellino che deve cedere le armi per 2-1 ad un Parma che ad inizio partita, complice la retroguardia irpina, infila il doppio vantaggio con Gagliolo (4′) e Barillà (8′), e potrebbe passare ancora con Dezi (17′) che direttamente da calcio d’angolo disegna una parabola sulla quale si salva in affanno Lezzerini. Ospiti largamente padroni del gioco, padroni di casa in confusione eppure su un’azione apparentemente inoffensiva, conclusione di D’Angelo respinta goffamente dall’ex Frattali, Asencio (33′) da due passi accorcia. Nel secondo tempo, con i due allenatori, Novellino e D’Aversa espulsi per proteste al rientro negli spogliatoi, Parma ancora pericoloso con un tiro deviato di Insigne (53′) che finisce sul palo a portiere battuto. L’Avellino non punge e si fa notare solo per una conclusione di testa di Krasic (33 st’) che Frattali blocca con difficoltà.

L’Avellino, che non perdeva in casa da cinque mesi, spreca così punti importanti per la salvezza e adesso spera nelle due consecutive gare casalinghe (recupero lunedì prossimo col Bari e il sabato successivo con il Perugia) per tirarsi fuori dalla zona play out sempre più vicina.

Print Friendly, PDF & Email
Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *