alpadesa
  
Flash news:   A Parco delle Acacie domenica convegno per dire “No” alla violenza sulle donne “World Philosofy Day 2019“, gli studenti del liceo “De Caprariis” di Atripalda a confronto con il vescovo Aiello. Foto Davide Rondoni stasera e domani ad Atripalda omaggia Giacomo Leopardi per i 200 anni de “L’Infinito” La Casertana piega l’Avellino: quarta sconfitta in campionato Sesta sconfitta per la Scandone: ko anche a Nardò (73-64) Maltempo, rimosse dai Vigili del Fuoco lamiere pericolanti dal tetto del campanile della chiesa di Santa Maria delle Grazie. Foto Natale 2019, aggiudicata la gara per le luminarie installate dal Comune ma i commercianti restano divisi. L’assessore Musto:«Uno sforzo non da poco per l’Amministrazione» Progetto “risanamento ambientale dei corpi iderici superficiali delle aree interne”, riunione all’Utc per gli interventi a contrada Fellitto e piazza Sparavigna Bando di vendita del Centro Servizi alle Pmi di Atripalda: lunedì la pubblicazione con prezzo a base d’asta di 2.715.000 euro. Gara il 20 dicembre Al via il cronoprogramma per l’accorpamento del mercato settimanale di Atripalda a parco delle Acacie: si assegnano le postazioni

Suv ai Vigili urbani, in Consiglio la minoranza contesta l’acquisto: “Solo uno spreco”

Pubblicato in data: 3/4/2018 alle ore:10:21 • Categoria: PoliticaStampa Articolo

Il nuovo Suv in dotazione al Comando dei vigili urbani di Atripalda e i continui allagamenti di piazza Sparavigna finiscono nel tritacarne dello scontro politico tra maggioranza e opposizione andato in scena nel Consiglio comunale della vigilia di Pasqua.  A dare la stura alle polemiche ci pensa l’ex assessore al Bilancio, Mimmo Landi: «C’è una scelta discutibile e uno spreco rappresentato dall’acquisto del nuovo Suv 4X4 dei Vigili, un Subaru Forest, dove al Comando ci sono più autovetture che vigili che li conducono.  Si poteva dare in permuta una delle due autovetture che non so se hanno percorso già mille chilometri potendo con il risparmio ottenuto tamponare anche il lago che si forma quando piove in piazza Sparavigna».
Proprio il nuovo fuoristrada è stato benedetto due settiman fao dal parroco don Fabio con una cerimonia dinanzi a Palazzo di città. L’altra questione toccata in Consiglio ha riguardato il lago che puntualmente si forma con le piogge in piazza Sparavigna e denunciato già mesi fa cn un comunicato da Sel Atripalda.
Ma il sindaco Geppino Spagnuolo difende la scelta dell’acquisto della nuova autovettura: « Il Suv è stato acquistato con i fondi destinati per intero alla sicurezza stradale mentre  stiamo dismettendo quello più anziano. Non è uno spreco ma un’auto che il Comune deve dotarsi per fare al meglio i propri servizi. Per quanto riguarda piazza Sparavigna le fognature non si sono otturare negli ultimi 5 mesi. E’ un intervento che nel recente passato non è stato possibile per ragioni economiche ma che abbiamo messo in cantiere».
Tocca al capogruppo con delega ai lavori pubblici, Salvatore Antonacci, incalzato anche dal consigliere comunale Francesco Mazzariello, ripercorrere la vicenda di piazza Sparavigna: «Più che provare a mettere una soluzione tampone, un’amministrazione che ha un po’ di zucca ha aspettato l’ok dalla Regione visto che il progetto per Atripalda è quello di più facile soluzione e non legato ad espropri. Naturalmente rendendoci conto che così i tempi si allungano, abbiamo deciso di esercitare in economia un’azione di soluzione tampone. Il progetto di sistemazione dell’area di piazza Sparavigna è un progetto molto più ampio che aspettiamo che la regione Campania decida di sbloccare».

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *