alpadesa
  
sabato 04 luglio 2020
Flash news:   Sinistra Italiana Atripalda lancia l’allarme: «Chiudono le banche, altro che Città dei Mercanti» Buon compleanno al “vulcano” Antonio De Vinco Addio a Ciriaco Coscia, un pezzo della storia politica del Pci in Irpinia. Il ricordo dell’ex consigliere Andrea Montuori Al via il Bando di Gara per il servizio di scassettamento dei venti parcometri ad Atripalda Guasto allo Stir, stop alla raccolta dell’indifferenziato fino a sabato in tutti i comuni Spenta la terza candelina per l’associazione Acipea e presentato il romanzo “Il Ricordo di un Amore” Playoff Serie C, Ternana-Avellino 0-0: lupi eliminati Slitta ancora al 5 luglio la riapertura alla città della villa comunale di Atripalda per i lavori alla biblioteca Coronavirus, i contagi crescono ancora (+187) e il numero delle vittime è di 21 Assemblea ASI, approvato il Bilancio consuntivo 2019 all’unanimità

Granfondo dei Borboni, a Caserta il Circolo c’è

Pubblicato in data: 17/4/2018 alle ore:07:08 • Categoria: Ciclismo, Sport

Domenica scorsa si è tenuta la prima edizione della Granfondo dei Borboni. La manifestazione annunciava la start line innanzi alla Reggia di Vanvitelli, l’attraversamento di centri casertani e beneventani quali Maddaloni, S.Agata dei Goti, Frasso Telesino, Caiazzo per giungere, in ascesa, dopo 88 km, sul belvedere di San Leucio.

La gara che prevedeva un percorso tortuoso e alcune salite ripide (con punte del 20%), è stata caratterizzata dal clima mite e ventoso. Circa 300 i partecipanti, tra i quali, si sono nettamente contraddistinti gli atleti del Team Falasca, occupando le prime tre posizioni della classifica generale con Del Prete, Minichino e Papale!

Tra le centinaia di ciclisti si sono ben difesi anche i giallo fluo di Atripalda. Su tutti s’è evidenziata la prestazione di Giuseppe Reppucci che non finisce di stupire e, nonostante la sua scarsa esperienza del mondo agonistico, è riuscito a piazzarsi nei primi 50 della generale. Un cenno di merito va anche ad Alfonoso Pescatore che ha timbrato la sua prima partecipazione alle gare e, dopo una partenza in sordina, è riuscito ad innestare la sua marcia migliore per chiudere la gara con un ottimo tempo. In totale 11 atleti iscritti al Circolo Amatori della Bici di Atripalda hanno terminato la competizione, inserendo quella irpina tra le compagini più nutrite.

Altre decine di ciclisti atripaldesi hanno invece raggiunto, in allenamento, Piana Romana (BN), consentendo ai meno allenati di mettere nelle gambe chilometri utili al superamento delle numerose prossime Randonnè che attendono i “randagi” del gruppo.

Il sodalizio del presidente Amatucci da appuntamento alle gare del prossimo fine settimana, tra cui i circuiti in terra laziale e soprattutto la Granfondo di Primavera, unica gara di fondo con partenza ed arrivo in provincia, precisamente ad Ariano Irpino.

Print Friendly, PDF & Email
Related Posts
Ciclismo, l’A.S.Civitas presenta il veterano Michele Venezia

Gli sportivi in generale stanno vivendo questo periodo con la consapevolezza di un momento molto particolare causa covid-19. Ma è Read more

Coronavirus, saltano il Memorial “Rita Mazza” e il “Torneo Calcistico Stracittadino”

“Quest’anno è la seconda manifestazione che sono costretto a non poter far disputare – così esordisce il deux-machina Generoso Tirone, Read more

Ciclismo, Antonino Siconolfi atripaldese doc dell’A.S. “Civitas-ProfumeriaLucia”  

L’A.S.Civitas-Profumeria Lucia presenta Antonino Siconolfi, atripaldese doc, classe ‘87 per 176 cm di altezza e  86 chilogrammi, passista. Ha iniziato Read more

Ciclismo, la determinazione di Bruno Riccio dell’A.S. “Civitas-Profumeria Lucia“

Per diventare un ciclista bisogna avere passione, tenacia, una grande forza di volontàe e soprattutto avere le giuste motivazioni. La Read more

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *